teatro
Ottavia Piccolo

Ottavia Piccolo il 1, 6 e 7 marzo a Retroscena - TV2000

Passione, dedizione, classe, eclettismo e una grande fiducia nella possibilità del teatro di accendere la mente e illuminare le coscienze, tutto questo è Ottavia Piccolo, ospite della diciannovesima puntata di "Retroscena". Paladina della drammaturgia contemporanea è attiva nello spettacolo da 50 anni, amata e apprezzata dal pubblico non solo per la sua abilità e versatilità artistica ma anche per la sua sensibilità, per la sua vita sociale segnata da generosità e altruismo, per il suo forte bisogno di occuparsi dei diritti umani: "La gente mi considera affidabile e quindi mi spendo volentieri per iniziative umanitarie" ha dichiarato.

Appassionata testimone del ruolo morale e civile dell'arte scenica, Ottavia Piccolo è ora in tournée con "La commedia di Candido" scritta dalla penna di Stefano Massini, prendendo anche spunto da "Visita a Rousseau e Voltaire" di James Boswell. A metà tra la verità storica e l'immaginazione teatrale, questa brillante commedia dai toni semplici ricostruisce l'atmosfera vivace che si respirava nei salotti dei maggiori filosofi del Settecento e Ottavia Piccolo è il passepartout per conoscere da vicino vizi, vezzi e virtù dei grandi del pensiero illuministico: Diderot, Voltaire, Rousseau e D'Alambert.

"Retroscena" propone una sintesi emotiva dello spettacolo e un simpatico e curioso servizio di backstage: Michele Sciancalepore ha infatti catturato alcuni momenti dietro le quinte ascoltando anche le parole di Vittorio Viviani, attore amico ed estimatore di Ottavia Piccolo: "Prima ancora di essere un'interprete straordinaria è una persona estremamente generosa; io ne sono innamorato, platonicamente s'intende!" ha dichiarato.

L'incontro, tra sorprese, sorrisi e riflessioni, sincerità e generosità, ha fornito l'occasione di dialogare e rivedere i momenti artistici della carriera di Ottavia Piccolo: "mi piace lavorare in armonia ... l'importante è parlarsi, parlare..." " sono orgogliosa delle scelte che ho fatto" dichiara l'attrice che è rimasta folgorata dall'imprevedibile "librone" della memoria di "Retroscena" al punto tale da volerlo quasi rapire per portarselo con sé a fine puntata!

articolo pubblicato il: 01/03/2010