teatro
"La strana coppia"

Giovedì 18 e venerdì 19 marzo il Teatro Pergolesi di Jesi ospita nell'ambito della stagione - promossa dalla Fondazione Pergolesi Spontini, dal Comune di Jesi e dall'AMAT con il contributo di Banca Popolare di Ancona - La strana coppia, famosa commedia di Neil Simon che nel 1968 fu un film di successo con Jack Lemmon e Walter Matthau.

Lo spettacolo, prodotto da Teatro e Società, è la versione femminile che lo stesso Neil Simon elaborò da una delle sue commedie più famose e riuscite. Ad interpretare i ruoli delle protagoniste Mariangela D'Abbraccio e Elisabetta Pozzi, due splendidi attrici della scena teatrale italiana con percorsi artistici diversi ma alcuni punti di intersezione che hanno senz'altro contribuito a formare una coppia affiatata come deve essere per la buona riuscita di un simile progetto.

"La commedia di Neil Simon (una mitragliata di battute e situazioni comiche) richiede - spiega il regista Francesco Tavassi - il lavoro di interpreti abituate a scandagliare e ad occupare ogni angolo interpretativo del personaggio così da non risultare semplicemente e superficialmente piacevole ma di scatenare la risata attraverso la costruzione perfetta dei personaggi e del loro rapporto."

È la storia di due donne, Florence, ritratto della perfetta donna di casa, moglie e madre esemplare ma con molte nevrosi e Olive, già divorziata, terribilmente disordinata e sola. Tra loro nasce una convivenza esilarante con esiti inimmaginabili e ricca di colpi di scena, una commedia quanto mai attuale che porta il pubblico ad identificarsi, coinvolgendolo totalmente ma anche con profonde riflessioni.

La vicenda è ambientata nel presente, col supporto delle scene di Alessandro Chiti, i costumi di Maria Rosaria Donadio,le musiche di Daniele D'Angelo e le luci di Luigi Ascione, per meglio comunicare l'attualità delle situazioni e per favorire quel processo di immedesimazione che spesso si innesca nel pubblico.

Per informazioni: biglietteria del Teatro Pergolesi tel. 0731 206888. Inizio spettacoli sabato ore 21.

articolo pubblicato il: 15/03/2010