spettacolo
I Marlene Kuntz

Ospiti davvero d'eccezione per lo spettacolo di apertura della nuova edizione di "Visioni sonore", la kermesse estiva organizzata a Pordenone da Cinemazero, che anche quest'anno propone un ampio cartellone, unico nel panorama nazionale, tutto incentrato sulle particolari suggestioni create dallo scambio fra la visione e l'ascolto: giovedì 28 maggio, a Pordenone, alle ore 21.00 in Sala Grande a Cinemazero, ad inaugurare questo viaggio tra cinema e musica saranno i Marlene Kuntz, la band "punta di diamante" del rock italiano, insieme a Gianni Maroccolo (con la partecipazione di Ivana Gatti), che improvviseranno dal vivo sulle immagini del film capolavoro muto tedesco La signorina Else, diretto da Paul Czinner nel 1928 e tratto dal famoso romanzo di Arthur Schnitzler. Il film, visionario ed esaltante, seguendo il monologo interiore della protagonista, Else, nelle sue oscillazioni psichiche, ben si addice alla contaminazione e alla sperimentazione, tra melodia e inquietudine, che la musica dei Marlene Kuntz esprime. Il progetto, già portato sul palco dalla band di Cuneo per il Torino Film Festival e per il Festival di Locarno, arriva dunque a Pordenone, luogo da sempre legato alla musica dei Marlene e territorio fertile per le sperimentazioni musicali/visive. La band si presenterà con la seguente formazione: Cristiano Godano (voci - chitarra), Riccardo Tesio (chitarra), Luca Bergia (batteria), Gianni Maroccolo (basso-synth), Ivana Gatti (voci - theremin). Non è la prima volta che la band guidata da Cristiano Godano si incontra con il mondo del cinema. La loro musica ha fatto da sfondo sonoro a film quali Babylon di Guido Chiesa, Tutti giù per terra e il recentissimo Tutta colpa di giuda diretti da Davide Ferrario. PREVENDITE A CINEMAZERO (PIAZZA MAESTRI DEL LAVORO, 3, PORDENONE) DAL 21 MAGGIO. Per informazioni: www.cinemazero.org.

Un appuntamento davvero da non perdere dunque quello di giovedì 28 maggio a Cinemazero, che apre così l'edizione 2009 della rassegna "Visioni sonore". Per tutta l'estate, nelle suggestive cornici all'aperto del Chiostro dell'ex convento San Francesco in piazza della Motta, di piazzetta San Marco e piazzetta Calderari a Pordenone, il pubblico potrà godere di musicazioni dal vivo, film a tema musicale, fotoracconti, spettacoli di alta qualità in cui musica e immagini si mescolano e si rincorrono.

Dopo la performance di apertura dei Marlene Kuntz, si riparte il 25 giugno lo spettacolo di JOHN DE LEO "READING", uno studio videomusicale che parte dall'opera pittorica di Giuseppe Zigaina e arriva ai testi di Manganelli e Montale, attraverso letture sceniche, accompagnamento musicale e visuale: un'esperienza realmente multimediale, profonda ed emozionale ricreata per il pubblico da John De Leo (voce), Achille Succi (fiati), Fabrizio Tarroni (chitarra), Massimo Ottoni (video performance). A introdurre la serata, Il Concetto di Thelone (Il suono della parola muta), performance musicale live sul Monologo di Alessandro Bergonzoni, tratto dal DVD incluso nell'album "Vago Svanendo" di John De Leo.

Venerdì 3 luglio lo spettacolo "Guitar Movie" dell'orchestra a plettro Tita Marzuttini di Udine trasporterà il pubblico in un viaggio fra cinema e musica nelle grandi partiture per chitarra. Venerdì 10 luglio in programma la proiezione di Accordi e disaccordi, uno dei film del regista jazzofilo per eccellenza, Woody Allen. Venerdì 17 luglio un'anteprima assoluta: l'originalissimo spettacolo "Visioni. Un racconto Jazz", in cui il fumetto di Davide Toffolo e le musiche di Mauro Ottolini (trombone e tromba), Enrico Terragnoli (chitarra e basso) e Zeno De Rossi(batteria) si fonderanno e dialogheranno.

Venerdì 24 luglio doppio appuntamento con la proiezione di Un giorno a San Vito, fotoracconto di Luca d'Agostino, con le musiche di Claudio Cojaniz, Giovanni Maier, U.T. Gandhi e con il Coro di Mortegliano diretto da Giuseppe Tirelli, e del video Franco D'Andrea Jazz Pianist, documentario che racconta la figura di uno dei jazzman più importanti del nostro paese, il pianista Franco D'Andrea.

Venerdì 31 luglio uno spettacolo per grandi e piccini con "L'uomo dei cartoni", una selezione di rari cortometraggi del cinema di animazione degli anni tra il 1908 e il 1927, musicati dal vivo da uno dei migliori percussionisti pordenonesi, già voce dei Capitan Jive, Luca Grizzo.

La rassegna si concluderà lunedì 17 agosto in piazzetta Calderari con Woodstock - Tre Giorni Di Pace, Amore e Musica documentario del regista Michael Wadleigh che ci regala le immagini del più eccezionale concerto-evento della controcultura rock degli anni Sessanta.

Il film La signorina Else (Fräulein Else) di Paul Czinner (Germania 1928, 85', b/n, didascalie in tedesco con sottotitoli in italiano)

Copia restaurata dalla Cineteca del Comune di Bologna presso il laboratorio L'Immagine Ritrovata. Else è una bella ragazza, figlia di una famiglia dell'alta borghesia austriaca, in vacanza in una località turistica delle Dolomiti insieme alla zia. Un giorno le piomba addosso la richiesta di salvare il padre avvocato dall'imminente bancarotta. È la madre stessa, in una lettera dai toni melliflui e patetici, a chiederle di concedersi ad un uomo che soggiorna nel suo stesso albergo, per avere da lui il denaro necessario a salvare la famiglia dal tracollo. Fin dalle prime battute, e poi sempre più trascinanti sino alla fine, avvertiamo il battito tumultuante del sangue e delle parole che circolano nella testa di Else, l'adolescente "altera", vivida e appassionata.