teatro
"Coco Chanel": chi credete che io sia?
di Sergio Gigliati


di Alexander William Smith
dal 4 al 21 novembre
Teatro Tordinona - Roma

In scena presso il Teatro Tordinona, in forma di monologo, la biografia di Coco Chanel tratta da un'intervista del 1946 e completata dagli avvenimenti successivi Tanto è nota la figura professionale di Chanel quanto è ignorata la sua vicenda di donna; il monologo dà voce a questa personalità eccezionale che impose come pochi altri nella moda e nel costume il proprio sigillo.

Ogni creazione di Chanel nacque da una sua esperienza di vita di cui fu parte indissolubile: vita che Chanel forgiò a suo modo grazie ad una pronta intelligenza, un carattere forte, e una rabbia distruttiva e creativa al tempo stesso, guidata da un cuore di selce.
Chanel sacrificò tutto alla propria libertà ed all'affermazione della sua visione del mondo e pagò questa volontà con l'alto prezzo della solitudine.
Pur detestando le donne, in cui riconosceva i suoi difetti, regalò loro la propria genialità di sarta, rivoluzionando il modo di vestire del suo secolo.

Chanel appare in scena come una figura minuta e solitaria.
E' incorniciata da una scenografia essenziale che la isola, ma non riesce mai a limitarla: che anzi viene superata, riempita dalla sua forza, oltrepassata fino al contatto diretto con il pubblico.
Il racconto è gestito sempre in bilico tra una confessione adombrata dalla menzogna e una conferenza stampa fin troppo intima, in un gioco sottile di cui Chanel è sempre perfettamente consapevole.
In scena il 4 novembre alle ore 21 (prima), con Isabella Martelli per la regia di Gaetano Varcasia.

Teatro Tordinona
Via degli Acquasparta16
tel. 06/68805890) Orario spettacoli:
dal martedì al sabato ore 21
domenica ore 18, lunedì riposo.
Biglietti : intero euro 13, ridotto 8 euro.