attualità scientifica
candele antibatteriche

Due ricercatrici dell'Universita' di Southampton, in Gran Bretagna, affermano che, aggiungendo alle candele oli essenziali come eucalipto, arancio e timo, e' possibile combattere i batteri.

Nel corso di una conferenza tenuta a Tokio, Lindsey Gaunt e Sabrina Higgins hanno detto che gli oli possono avere gli stessi effetti antibatterici di un disinfettante e possono essere utilizzati anche in apparati di aerazione elettrici, oltre che essere aggiunti alla cera delle candele.

Le prove realizzate dalle due scienziate hanno dimostrato che alcuni oli possono uccidere batteri come Escherichia Coli e lo Stafilococco, responsabili di numerose infezioni ogni anno.

Non e' chiaro, pero', se gli oli essenziali siano in grado di combattere i cosiddetti superbatteri, quelli resistenti agli antibiotici.

Certamente le candele antibatteriche non possono far nulla se gli ambienti non vengono tenuti puliti.