libri
"Marshall aveva ragione

Marshall McLuhan è morto nella notte del 31 dicembre 1980, quarant’anni fa. Qualcuno può pensare a un pensiero obsoleto. Ma la realtà ci dimostra il contrario rendendo evidenti a tutti le sue intuizioni. In piena pandemia Papa Francesco con la sua benedizione Urbi et Orbi ripresa in mondovisione sulla piazza San Pietro vuota flagellata dalla pioggia ha dimostrato che il vuoto vale più del pieno, confermando proprio l’intuizione di McLuhan che “il freddo include e il caldo esclude”. Abbiamo ancora bisogno di lui quando pensiamo che nel futuro i nostri giovani dovranno cercare non più un impiego ma un ruolo, dovranno essere più “generalisti” che “specialisti”, dovranno capire che i social non sono un ponte con la natura ma sono essi stessi la nuova natura, dovranno accettare le sfide del villaggio globale, dovranno concepire il mondo come un’opera d’arte che va riconosciuta, amata, difesa. Questo libro indica i punti strategici per tracciare con McLuhan la mappa del domani.

Gianpiero Gamaleri, professore ordinario di Sociologia dei processi culturali e comunicativi, è docente di Teoria della comunicazione alla Pontificia Università della Santa Croce. Ha introdotto in Italia, fin dagli anni ’70 il pensiero di Marshall McLuhan. È stato consigliere di amministrazione della Rai e della Triennale di Milano. Giornalista professionista, ha pubblicato nelle nostre edizioni La nuova galassia McLuhan. Vivere l’implosione del pianeta, 2013; e ha curato Ecologia dei media di Neil Postman, 2019 e Il paradosso di Icaro di Pietro Prini, 2018.

Gianpiero Gamaleri
Marshall aveva ragione
Pagine 176
Prezzo 15,00

articolo pubblicato il: 23/02/2021 ultima modifica: 23/02/2021