cronache
"Plasticad’a-mare"

La Natura sarà forse l’unica a ringraziare questo 2020 segnato dall’emergenza sanitaria del Covid-19. Le città, le campagne, le montagne, i boschi, ma soprattutto i mari, anche se per poco, sono tornati a respirare, rendendo ancora più evidente l’impatto spesso negativo dell’uomo sull’ambiente.

Temi che saranno al centro della seconda edizione di Plasticad’a-mare, l’Eco Festival plastic free in programma al Porto Turistico di Roma, nel territorio del X Municipio e a Ostia Antica, dal 19 settembre al 10 ottobre, con le giornate clou del 26 e 27 settembre 2020.

Il progetto, ideato e curato da Nadia Di Mastropietro, è organizzato da Doc Live con la partecipazione di WWF Italia, Marevivo Onlus, Clean Sea Life e BlueMed. È vincitore dell'Avviso Pubblico Estate Romana 2020–2021–2022, fa parte di ROMARAMA 2020, il palinsesto culturale promosso da Roma Capitale, ed è realizzato in collaborazione con SIAE.

L’obiettivo del festival è quello di sensibilizzare il pubblico sul tema dell’inquinamento da plastica a discapito dei mari e sottolineare come questo materiale, opportunamente recuperato, possa trasformarsi da plastica a mare in plastica d’amare. La manifestazione è a carattere pubblico e divulgativo, la partecipazione a tutti gli eventi è gratuita.

Nelle giornate centrali di sabato 26 e domenica 27 settembre al Porto Turistico di Roma si alterneranno dibattiti con esperti di tutela ambientale, talk-performance, live painting, concerti di musica dal vivo, laboratori per i più piccoli, e un’esposizione dei progetti finalisti della CALL for ARTISTS dedicata a creativi emergenti invitati a riflettere sul tema del riciclo della plastica (concorso aperto fino al 20 settembre, primo premio 1.000 euro). Maggiori informazioni: www.plasticadamare.it/come-partecipare/.

A fare da cornice alle date clou del progetto saranno le “Esplorazioni tra natura e storia”, sei passeggiate guidate organizzate dal 19 settembre al 10 ottobre dai partner della manifestazione, WWF Litorale Laziale e Cyberia Idee in rete, per scoprire e imparare a tutelare il territorio di Ostia e Ostia Antica.

“Teatro” del festival sarà il territorio del X° Municipio di Roma, con le sue bellezze ambientali e architettoniche, i siti archeologici, le aree naturali, il litorale, le riserve e la storia racchiusa nel suggestivo borgo di Ostia Antica.

articolo pubblicato il: 10/09/2020