cronache
"Incontri di Natura"

Come fa la giraffa a vivere a sei metri da terra? Com’erano fatti gli animali del passato? Perché gli escrementi sono di forma, colore e consistenza diversa e perché le blatte soffiano? Per rispondere a questi e a tanti altri quesiti il Bioparco organizza tre domeniche (dalle ore 11.00 alle ore 17.00) di ‘Incontri di Natura’: nel parco saranno dislocate otto postazioni con crani, modelli tridimensionali, escrementi, e animali vivi: un’occasione per ricevere curiosità su molte specie animali e partecipare a giochi e attività in compagnia degli operatori del Bioparco. I laboratori a cui si potrà partecipare sono: ‘I RIS della Natura’, per cercare e interpretare le tracce degli animali; ‘Animali dal passato’, alla scoperta di specie del passato, tra tra ammoniti, trilobiti e resti di dinosauro come veri paleontologi; ‘Questione di equilibri’: gioco di abilità per comprendere che siamo tutti interconnessi. E poi: ‘Punti di vista’, per mettere a confronto adattamenti e peculiarità della specie più alta del mondo e di quella più bassa; ‘Formidabile predatore’, per scoprire in che modo denti lunghi, artigli affilati e un manto mimetico rendano predatori efficienti; ‘I perché della Natura’, per scoprire che anche i serpenti hanno le zampe e che i rospi respirano con la pelle. ‘Uova da record’, da 10 kg a pochi grammi: un gioco per approfondire il variegato mondo delle uova; ‘Chi ha fatto la fatta?’ per analizzare gli escrementi di diverse specie e trarne tante informazioni.

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di evidenziare caratteristiche e curiosità delle specie animali presenti al Bioparco e di sensibilizzare sulla tutela della Biodiversità, sottolineando l’importante ruolo della comunità internazionale degli zoo per la salvaguardia delle specie minacciate di estinzione (EEP, EAZA, Strategia mondiale degli Zoo, ecc…).

Domenica 15, 22 e 29 settembre ‘Incontri di Natura’ al Bioparco

articolo pubblicato il: 11/09/2019