cronache
Federica Calemme a L'Eredità
di Giuseppe De Girolamo

La Campania continua a essere protagonista di bellezze. Fra le tante belle concorrenti al concorso Miss Italia, tantissime sono quelle che scelte dalla Rai o da altre importanti emittenti televisive, riescono a raggiungere il loro sogno coltivato da ragazze, di poter trovare in tv, come in altre attività professionali, la possibilità di offrire il loro maggiore e gradito contributo lavorativo alla Società, perché l’Italia possa essere nota ed apprezzata anche attraverso la loro bellezza ed il loro impegno fatto di passione.

Dopo tante Miss giunte alla finale nazionale di Miss Italia, dove hanno conquistato postazioni di prestigio, anche senza vincere la corona dell’anno o anche vincendo dei titoli nazionali cosa che poi le ha incentivate a sviluppare le doti sia di bellezza fisica che di cultura, imprenditorialità e esplicazione di studi e conoscenze delle quali erano padrone, ecco giungere in Tv Federica Calemme. Una bellezza femminile nata a Napoli il 4 febbraio del 1996 e residente a Casalnuovo NA, occhi e capelli castani, con ottima conoscenza delle lingue avendo conseguito il titolo al Liceo Linguistico è una delle quattro ragazze che, con il ruolo di ‘professoresse’ dell’”Eredità”, il programma di Rai1 nuovamente condotto da Flavio Insinna, da ora - e fino a giugno dell’anno prossimo - entrerà ogni giorno alle 18,45 nelle case degli italiani.

La Calemme, dopo un primo tentativo quattro anni prima dove giunse fra le prefinaliste nazionali di Miss Italia a Jesolo, con il titolo di Miss Curvy Campania 2014, ripartecipando alle finali del 2017, riuscì a conquistare il titolo nazionale di Miss Tv Sorrisi e Canzoni. Fascino, volontà, precisione nel lavoro hanno reso Federica un personaggio simpatico, affidabile, termine che in questo campo significa molto già di per sé. Paolo Bonolis, a “Ciao Darwin 8”, l’ha definita una “bellezza altezzosa”. Sui social spopola. “Non se ne può fare a meno. Viviamo il nostro tempo”, spiega, ma, da esperta, ammonisce: “mai strafare. Come in tutti gli aspetti della vita bisogna procedere con passo giusto, cioè utilizzare i social per quello che servono, senza esagerazioni e distorsioni”.

E l’”Eredità”? “Sono felice, grata a chi mi consente di fare un’esperienza interessante, ogni giorno tra professionisti della televisione. E’ la mia aspirazione, il mio obiettivo, spero che sia il mio futuro”. Un futuro che Federica merita, anche per i valori che ha sempre difeso come quando alla domanda postale da un giornalista nel 2014: Come combatteresti la violenza sulle donne? Quali strumenti useresti? Rispose: “Denunciare gli abusi e non farsi scoraggiare dalla paura è molto importante, io sono buona con tutti, disponibile e pronta ad aiutare il prossimo”.

articolo pubblicato il: 30/09/2019