cronache
007 contro gli irlandesi

Dopo tanti anni, grazie al lavoro sviluppato da John Stevens, capo della polizia metropolitana di Londra e dei suoi collaboratori, si è scoperto che lo spionaggio militare inglese collaborò con forze paramilitari orangiste nell'assassinio di esponenti politici cattolici in Irlanda del Nord.

In particolare, membri dell'esercito di Sua Maestà britannica ed elementi della polizia dell'Ulster collaborarono in assassinii perpetrati dall'UDA, una associazione paramilitare unionista.

In altri casi l'azione di intelligence fu volta ad insabbiare prove di assassinii, come quello di Pat Finucane, avvenuto nel 1989.

Finucane, esponente cattolico di spicco, fu ucciso davanti alla propria abitazione, a Belfast da membri dell'UDA, ma gli assassini furono "coperti" e le prove accuratamente nascoste.

La famiglia Finucane ha sempre sostenuto, mai ascoltata, che reparti militari regolari fossero implicati nell'agguato.