periodico di politica e cultura 30 gennaio 2023   |   anno XXIII
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

cronache: TicketSms

anno della svolta


nella stessa sezione:
Il 2022 è stato l’anno della svolta per TicketSms. Il servizio di ticketing è infatti in sviluppo verticale, sta registrando record di vendite ogni mese. L’azienda bolognese ha recitato una parte da protagonista nella fase del “ritorno degli eventi”. Dopo lo stop causato dal Covid, i giovani sono tornati ad assieparsi dentro palazzetti e discoteche e il settore dell’intrattenimento è tornato ai livelli pre pandemia, con picchi nei primi mesi di “libertà”.

In questa fase di sviluppo TicketSms ha deciso di aprire un nuovo ufficio a Milano, in via Moscova. Una sorta di show room dell’intrattenimento, una base commerciale e di pubbliche relazioni per raggiungere il mercato della movida e dei grandi live nazionali ed internazionali, una vetrina per diventare punto di riferimento in termini di eventi collegati al clubbing e ai grandi concerti. “Bologna rimane la nostra casa natale e la sede dello sviluppo tecnologico, ma per crescere dovevamo proporci a Milano”, dice il titolare, Andrea Vitali. “I numeri vertiginosi delle vendite in questo 2022 ci hanno fatto capire che possiamo davvero sfidare i giganti del settore dell’intrattenimento. Il nostro servizio è amato dai giovani per la sua velocità e la sua intuitività. Ma piace anche agli organizzatori che non devono più preoccuparsi di burocrazie complicate e di sistemi macchinosi ed arcaici: noi siamo sicuri, semplici e tecnologici”.

Quest’apertura nel Milanese è una svolta importante per TicketSms, start up fondata nel 2018 a Bologna da Andrea Vitali, originario di Petritoli (in provincia di Fermo) e Omar Riahi, originario di Catania. La crescita aziendale è stata verticale. Oggi TicketSms ha superato la fase di start up ed è una tech company con una trentina tra dipendenti e collaboratori: l’headquarter di Bologna è stato recentemente ingrandito e ristrutturato, all’interno di uno stabile del Seicento in pieno centro storico pedonale. Ma l’operatività è diffusa in tutta Italia anche grazie a innovative formule di smart working. Tra i motivi del successo, anche il fatto di potersi intestare il biglietto con la semplice scansione del documento e il poter pagare i ticket in tantissimi modi, persino a rate mensili, senza costi ulteriori.

“Siamo il primo operatore italiano ad aver recepito la normativa sul secondary ticketing in modo totalmente innovativo per gli utenti”, incalza Vitali. “Su TicketSms l’acquisto può essere fatto “senza pensiero” anche perché con la nostra politica di rivendita (nel caso in cui un imprevisto impedisca di partecipare all’evento) garantiamo a tutti la possibilità di poter ricollocare sulla nostra piattaforma il biglietto. Il meccanismo è semplice. La prima persona che vorrà avere il ticket dello spettacolo a cui non possiamo partecipare non lo comprerà dall’organizzatore, ma direttamente dall’utente che l’ha posto in vendita. Un modo eccezionale per aiutare il pubblico”.

Il successo di TicketSms è confermato dai numeri, che sono enormi: con la ripartenza degli eventi le richieste sono triplicate in poche settimane. In tutto, la tech company di Vitali ha venduto dalla sua nascita oltre 8.000 eventi, a cui hanno partecipato oltre 2,5 milioni di persone. Il sito internet ormai è diventato una sorta di punto di approdo per tutti quelli che cercano informazioni e vogliono divertirsi, il traffico mensile è di circa un milione di persone. I locali e le discoteche convenzionate sono più di mille, oltre 35 mila sono gli operatori del mondo delle pr e i promoter registrati. Grazie all’ultimo upgrade, la piattaforma di TicketSms è disponibile in sette lingue e si è aperta ai mercati esteri con la multivaluta. Questa è una scelta strategica collegata ai prossimi sviluppi aziendali, l’obiettivo nel medio periodo è infatti quello di espandersi con la vendita di ticket in tutta Europa.

articolo pubblicato il: 04/12/2022

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy