periodico di politica e cultura 29 novembre 2022   |   anno XXII
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

musica: a Castel Gandolfo

János Balázs in concerto

Per il suo 35° anno, lo storico Liszt Festival di Albano (RM) apre la programmazione con una speciale anteprima che per la prima volta vedrà il festival nella cornice seicentesca della Chiesa pontificia di S.Tommaso da Villanova, nella cornice di Castel Gandolfo.

Eccellenza rappresentativa per la cultura italiana, il Liszt Festival apre le sue attività concertistiche del 2022 con un ospite d’eccellenza, János Balázs - esponente di massima importanza sulla scena internazionale - con un concerto in omaggio a György Cziffra.

Nella chiesa progettata da Gian Lorenzo Bernini, cuore di Castel Gandolfo, János György Cziffra, omaggia il grande pianista ungherese cimentandosi con le più rilevanti opere di Liszt del periodo romano (Giochi d’acqua a villa d’Este e Le campane di Roma) ma presentando anche brani scelti di Schumann, Puccini, Ponce, Delibes che danno spazio alle sue notevoli capacità virtuosistiche di rielaborazione e improvvisazione che lo hanno reso un acclamato pianista della scena musicale classica.

Prende le mosse proprio da Budapest, quindi, la 35° edizione del Liszt Festival con un concerto organizzato dagli amici della musica Cesare De Sanctis in collaborazione con il Cziffra Festival di Budapest e che chiude idealmente il centenario della nascita di György Cziffra del quale lo stesso Balas Balázs è ritenuto erede naturale.

Dopo l’anteprima con János Balázs, eccezionalmente a Castel Gandolfo, la programmazione ufficiale del Liszt Festival al Palazzo Savelli di Albano parte il 30 ottobre con László Borbély, piano solo per una serata concerto dedicata a Chopin e Liszt, per proseguire il 6 Novembre con il progetto Tzigane! con Francesco Mezzena al violino e Stefano Giavazzi al pianoforte.

Attesissima a Palazzo Savelli il 27 Novembre anche Jin Ju, stella primaria del virtuosismo femminile pianistico, mentre la grande chiusura il 4 dicembre è affidata ai Solisti e all'Orchestra del Liszt Festival, con l’iperbolico violoncellista Gianluca Giganti, sotto la prestigiosa direzione di Gabriele Bonolis.

Il Festival è ideato e organizzato dall’Ass. Amici della Musica Cesare De Sanctis Festival Liszt Albano ETS con il contributo del Comune di Albano Laziale e la direzione artistica di Maurizio D’Alessandro

Ad eccezione del Concerto di apertura del 9 Ottobre di János Balázs che si terrà nella Chiesa pontificia di S.Tommaso da Villanova, Castel Gandolfo alle ore 19.30 con ingresso libero, tutti gli altri i concerti si svolgeranno ad Albano, presso la Sala Nobile di Palazzo Savelli (Piazza Costituente, 1), alle 18.00. Biglietto unico d’ingresso 12 euro. Info e prevendita 069364605.

articolo pubblicato il: 02/10/2022

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy