periodico di politica e cultura 6 ottobre 2022   |   anno XXII
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

editoriale

sulle rive del Tamigi

di Carla Santini


nella stessa sezione:
Quattro miliardi di persone, la metà della popolazione mondiale, hanno assistito per televisione, per ore ed ore, ai funerali della regina Elisabetta.

La prima considerazione che si può fare, lontani come siamo dai rintocchi del Big Ben, è che mentre da noi certe maestre non preparano a Natale il presepio per non offendere gli alunni di altre religioni, in Inghilterra, Paese di gran lunga più multietnico del nostro, il rituale ha seguito la tradizione cristiana di rito anglicano, molto simile a quello cattolico anche nei paramenti, perché in Inghilterra essere anglicani significa, come dicono, essere cattolici ma non papisti.

A nessuno è minimamente passato per la testa di cambiare la cerimonia per non offendere i sudditi di altre religioni; nel Regno Unito il monarca è il capo della chiesa anglicana, come di quella presbiteriana scozzese; tutte le religioni sono rispettate, ma nel momento della nascita, dell’incoronazione e della morte il re o la regina viene assistito da prelati anglicani.

La seconda considerazione è che le sfarzose, antiche uniformi, il passo cadenzato, gli squilli di tromba e il suono della cornamusa hanno ancora, prepotente, una valenza forte, di una nazione che ritrova se stessa in precisi, riconoscibili simboli. Da noi, invece, dove tante persone non si alzano nemmeno in piedi al suono dell’inno di Mameli, manca proprio il senso di sentirsi nazione, da quando, cinquanta anni fa, la cosiddetta contestazione abbatté tante usanze, per poi continuare su quella strada, con la demonizzazione del Risorgimento e gli sberleffi nei riguardi della religione, delle usanze e delle tradizioni.

Da noi ha vinto il pensiero debole di una inclusione che è vista come balcanizzazione della società, sancita dalla lontana nel tempo legge Martelli, in Gran Bretagna il pensiero è saldo e forte. Ognuno giudichi come vuole.

articolo pubblicato il: 19/09/2022 ultima modifica: 30/09/2022

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy