periodico di politica e cultura 18 agosto 2022   |   anno XXII
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

cinema: a Roma

Film Society

Una programmazione sofisticata e di altissima qualità, articolata in inediti internazionali, grandi classici italiani e stranieri, documentari di attualità, cinema internazionale contemporaneo, cortometraggi, incontri con gli autori, industry workshop e masterclass.

È Film Society, la rassegna cinematografica che dal 28 giugno al 7 settembre trasformerà i suggestivi spazi all’aperto del Teatro India, dello Sky Park Casilino e della Casetta Rossa a Garbatella in tre arene cinematografiche tematiche con l’obiettivo di coinvolgere un pubblico ampio ed eterogeneo, al fine di ad allargare lo sguardo oltre il cinema mainstream, per dar voce a molti artisti/e e registi/e internazionali. Un’occasione di scambio fra il mondo e i mestieri del cinema e quello ampio, differenziato, multiculturale del pubblico, dei cinefili, degli amatori, un momento di intrattenimento di qualità, ma anche un dispositivo aperto di formazione artistica e culturale in genere: un’azione concreta, di promozione e di conoscenza cinematografica, di tutti i linguaggi tecnici o espressivi che afferiscono al cinema. Non solo con una selezione di film originale e internazionale, ma anche con incontri, masterclass e approfondimenti del mondo dell’industry cinematografica, che si svolgeranno nella sede della RUFA - Rome University of Fine Arts.

Un’arena cinematografica diffusa in tre location che nasce, dunque, dal desiderio di rinnovare il dialogo con il pubblico secondo le esigenze più attuali, profilandosi come un’occasione di risposta alle difficoltà e all’isolamento che ha caratterizzato questi lunghi anni di pandemia e di incertezza, come un’opportunità per riportare gli spettatori alla visione in sala e avvicinare i ragazzi e bambini all’esperienza cinematografica e al confronto con altre culture e provenienze. Un progetto indipendente e libero, che si fa veicolo delle voci del mondo e che tocca diverse aree della città di Roma. Una sorta di “slow cinema” inclusivo che contrasta la fruizione compulsiva tipica delle piattaforme, che inviti all’approfondimento, la condivisione, la riflessione, che raccolga il meglio delle stagioni cinematografiche recenti e passate che abbiano incontrato il favore della critica e del pubblico nei festival di tutto il mondo.

Ogni location avrà una programmazione tematica esclusiva e ben precisa.

Al Teatro India verranno presentate pellicole internazionali di recente uscita, innovative e straordinarie, come Prayers for the Stolen, Azor, Faya Dayi (distribuzioni MUBI) e Great Freedom, proiettate in lingua originale sottotitolata. Allo stesso tempo, alcuni dei film più importanti della storia del cinema italiano, presentati al pubblico del Teatro India sottotitolati in inglese, per dare la possibilità di fruizione anche ai residenti internazionali. Capolavori italiani come Palombella Rossa, Gli anni ruggenti, Gli ordini sono ordini o internazionali come Quel pomeriggio di un giorno da cani, Chinatown, Le Samourai e Re per una notte. Ogni martedì, per tre settimane, avrà luogo in collaborazione con Rai Cinema una rassegna di giovani autori che si sono distinti nei festival con il loro cortometraggi. Il mercoledì sarà la volta invece dei film selezionati da Amnesty International, film con temi sociali importanti presentati in sala dal cast o da portavoce dell’associazione. Ogni giovedì, a parte il 28 giugno, data di apertura con Prayers for the stolen, sarà presentato un film internazionale del catalogo theatrical di MUBI.

Nel nuovo incredibile spazio di CASILINO SKY PARK (ideato da Fusolab), una terrazza di 4000 mq, un progetto di riqualificazione urbana nella periferia romana, una piazza sopraelevata a cielo aperto dove socialità, sport e cultura, si fondono in uno spazio unico e suggestivo, per tutto luglio, agosto e parte di settembre, ogni domenica e ogni mercoledì, Film Society e Cinema sul Tetto - Visioni periferiche , presenteranno le pellicole indipendenti migliori della stagione. Film bellissimi, in alcuni casi completamente inediti, come Last black man in San Francisco, Waves, X, The Innocents, I’m your man. Una ventata di mondo e di nuovo cinema in questo nuovo spazio meraviglioso, che ospita anche un bar e un piccolo ristorante e offre nuove visioni e prospettive sul quadrante est di Roma.

Alla Casetta Rossa, luogo storico di Garbatella, invece, ci sarà una quattro giorni-lampo di film italiani e internazionali sui diritti civili. L’arena è finanziata con il sostegno del programma periferiacapitale della Fondazione Charlemagne. La direzione artistica è affidata a Cristiano Gerbino, ideatore e fondatore del progetto KINO, membro del direttivo dell’Associazione 100Autori, selezionatore al MACRO, produttore e story editor di comprovata esperienza sul campo e Claudia Solano, affermata Sales & Acquisitions Film Manager di The Match Factory, sempre in continuo aggiornamento col panorama italiano e internazionale. Nella sezione “Cinema sul Tetto” di Sky Park, la programmazione è ideata in collaborazione con il giornalista e critico cinematografico Damiano Panattoni. L’organizzazione e la gestione della manifestazione è a cura di Sara Lamanna, coordinatrice di eventi con una lunga esperienza nella progettazione, organizzazione e gestione di eventi culturali ed artistici a Roma. Nel ruolo di direttore tecnico Diego Labonia, light artist i cui progetti si contraddistinguono per il carattere non convenzionale, innovativo e sperimentale. Impreziosisce la manifestazione una rete di collaborazioni eccellenti, stabili e strutturate, come quelle già citate con MUBI (piattaforma leader mondiale del cinema di qualità) in partnership con cui saranno organizzate proiezioni (fra le quali Prayers for the Stolen, Azor e Faya Dayi) e un evento speciale a sorpresa. Con Amnesty International, con la quale sono state organizzate 3 serate su temi d’impatto ambientale e sui diritti umani, Maschile singolare, Green Park, e Now, un ritratto del disastro del cambiamento climatico nel quale siamo tutti coinvolti. Con Rai Cinema sono state organizzate 2 serate di selezione dei più importanti cortometraggi italiani e internazionali. Per quel che riguarda la formazione, grazie al fondamentale apporto dell'Associazione 100autori e all’ospitalità della RUFA - Rome University of Fine Arts si terranno 3 masterclass di scrittura sul cinema e la serialità televisiva (Daniela Gambaro, Doriana Leondeff, Claudio Giovannesi).

Fra gli ospiti degli incontri anche Angelica Cantisani - TFL Programmes Coordinator d Torino Film Lab (eccellenza italiana sullo sviluppo di film internazionali) che dirigerà un panel online sulle strategia di applicazione per lo sviluppo internazionale di lungometraggi, Giuseppe Massaro e Maria Cristina Lacagnina del Creative Europe Desk Italy MEDIA, con i quali è stato organizzato un secondo panel sulle possibilità di finanziamento a livello europeo per l’industria del cinema e del settore audiovisivo offerte dal Programma Europa Creativa MEDIA.

articolo pubblicato il: 25/06/2022

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy