periodico di politica e cultura 28 giugno 2022   |   anno XXII
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

cronache: Premio Impresa Donna Città di Perugia

FORMA.Azione vince


nella stessa sezione:
È FORMA.Azione Srl la migliore impresa femminile della città di Perugia per quanto riguarda le “Buone Prassi, conciliazione e politiche aziendali”. Le titolari dell’azienda, sono state infatti premiate nei giorni scorsi, nell'ambito del Premio Impresa Donna Città di Perugia dedicato a Luisa Spagnoli, lanciato dal Comune di Perugia per valorizzare le imprese “rosa” e le donne manager che operano nel territorio.

Un premio che arriva a suggellare l’operato aziendale proprio nell’anniversario dei 25 anni della fondazione di FORMA.Azione Srl, impresa che da anni si occupa di finanziamenti pubblici europei, formazione, educazione inclusiva e politiche attive del lavoro, che oggi conta sulle capacità di 21 persone, di cui ben 19 donne. “Nei 25 anni della nostra attività, abbiamo assunto giovani donne sapendo che erano in attesa di una figlia e questo per noi ha rappresentato un momento di normalità” afferma Anna Schippa, co-fondatrice di FORMA.Azione srl “Ricevere questo premio nell’anno in cui festeggiamo il 25esimo anno di FORMA.Azione, ci moltiplica il desiderio di continuare a crescere sapendo che gli sforzi fatti sono ripagati, oltre che dai risultati professionali, anche dal bel clima che si vive all’interno dell’azienda, dove solidarietà, aiuto e condivisione sono principi, ma anche modelli organizzativi”.

Queste le ragioni per cui l’azienda FORMA.Azione srl, è stata selezionata tra quelle partecipanti come ambasciatrice della cultura per l’imprenditoria femminile, aggiudicandosi il Premio Impresa Donna Città di Perugia per la sezione “Buone Prassi, conciliazione e politiche aziendali”:

FORMA.Azione è una società che opera nell’ambito dell’orientamento, della formazione professionale e della consulenza nello sviluppo delle risorse umane. L’impresa si caratterizza per un’elevata percentuale di donne giovani che vi lavorano e riserva un’attenzione particolare al tema della conciliazione lavoro-famiglia, facendo ricorso a soluzioni organizzative molto flessibili, anche dopo la pandemia. Le pratiche di conciliazione adottate, attraverso la previsione del lavoro agile, con collegamento da remoto, senza forme di controllo ma semplicemente responsabilizzando le persone al ruolo ed agli obiettivi lavorativi da conseguire, così come permessi e sistemi ad personam di conciliazione lavoro- famiglia hanno dimostrato che possono essere utilizzati in vari contesti lavorativi. Sylvia Liuti, altra socia dell’azienda, sottolinea “quanto il modello di smart working che l’impresa ha adottato sia la risposta a bisogni non solo professionali, ma individuali e ci ha consentito di sviluppare una maggiore responsabilità e autoorganizzazione che sta diventando un patrimonio di tutte”.

L’impresa aderisce alla Carta delle Pari opportunità e l’uguaglianza sul lavoro promossa da Fondazione Sodalitas, promuove progetti che rafforzino la reputazione di impresa impegnata nel fronte delle pari opportunità di genere, diffonde una cultura de interna della valorizzazione delle donne nei luoghi di lavoro.La promozione e partecipazione a progetti europei, focalizzati sulla rimozione degli stereotipi di genere fin dalla prima infanzia e l’empowerment femminile, in partenariato con importanti istituzioni, sindacati ed associazioni a livello nazionale ed europeo ha consentito di conseguire risultati importanti nell’ambito della diffusione del rispetto delle pari opportunità di genere e di dimostrare che tali risultati possono essere trasferibili in diversi contesti.

articolo pubblicato il: 23/04/2022

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy