periodico di politica e cultura 24 settembre 2021   |   anno XXI
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

teatro: X edizione

Festival delle Colline Geotermiche

Il Festival delle Colline Geotermiche – realizzato da Officine Papage con la direzione artistica di Marco Pasquinucci e quella organizzativa di Annastella Giannelli - festeggia la sua X edizione proponendo un’esplosione ‘controllata’ di arte, poesia e spettacolo dedicata all’ascolto e al paesaggio: dall’Inferno al Paradiso, nella stessa terra selvaggia che ispirò la prima cantica della Divina Commedia.

Al centro, come sempre, ci sarà il meglio del teatro contemporaneo italiano, tra novità e repertorio, in un programma che va da artisti acclamati come Roberto Latini (in prima nazionale con Inferno – 03/07), Marco Baliani (Opposti Flussi – 31/07 luglio), Andrea Cosentino (Fake Folk – 13/08) e Massimiliano Civica (L’angelo e la mosca – 19/08), a giovani promettenti come Pandomu Teatro o il danzatore e coreografo Lorenzo Covello.

Tra gli ospiti importanti I Sacchi di Sabbia, la compagnia Garbuggino/Ventriglia e Pilar Ternera, i Capo Trave, Piccoli Idilli e Accademia dei Mutamenti. Martedì 8 agosto, per una notte letteralmente sotto le stelle torna, dopo l’incredibile successo dello scorso anno, il Concerto Notturno Contemplativo organizzato in collaborazione con Electropark Festival alla Rocca degli Alberti di Monterotondo.

Sabato 3 luglio, tra i fumi e le rocce iridescenti del Parco delle Biancane (Monterotondo Marittimo – Grosseto), Roberto Latini, in prima nazionale con INFERNO. L’inizio del viaggio (Compagnia Tiezzi-Lombardi) apre il focus speciale del Festival di quest’anno: “ATTRAVERSAMENTI DANTESCHI. Nuove Geografie per un nuovo umanesimo” in collaborazione con il Progetto Atlante poetico della Toscana a cura della Scuola Normale Superiore di Pisa. La cornice naturale del Festival ha un carattere talmente particolare da diventare parte integrante di questa drammaturgia. Si dice infatti che proprio i fenomeni geotermici della zona abbiano ispirato l'immaginario di Dante nel costruire alcuni passi dell'inferno. Ma ogni evento sarà incastonato in un’ambientazione perfetta:

L’inquietudine metafisica dell’area archeo-industriale di Larderello farà da sfondo a PURGATORIO - Catone e l’inizio della purificazione (23 / 24 luglio) con Marco Pasquinucci e Roberta Bosetti una produzione di Officine Papage e Arca Azzurra per la regia di Renato Cuocolo che firma anche l’adattamento insieme a Marco Pasquinucci e Serena Gatti. Lo spettacolo sarà allestito nella maestosa Arena Geotermica, l’ex torre Refrigerante 3 di Enel Green Power ormai diventata un simbolo identitario per il pubblico del festival.

La Rocca Sillana (Pomarance, 22 agosto) con la sua torre e le sue mura slanciate verso il cielo ospiterà il PARADISO. La visione di Dio e la conclusione del viaggio con Sara Donzelli (Accademia dei Mutamenti). Ogni artista darà vita alla propria visione, accompagnato da un musicista che comporrà una sonorizzazione originale: la chitarra di Gabrio Baldacci (Inferno), l’electro music di Francesco Giomi (Purgatorio) e il pianoforte di Angelo Comisso (Paradiso). Osservazione, ascolto, partecipazione e intimità sono le parole d’ordine che hanno guidato tutta l’attività di Officine Papage dalla primavera 2020 a oggi. Così è stato negli spazi virtuali offerti dal digitale dove, con Rebecca, si è addirittura scelto di utilizzare la piattaforma Zoom a telecamere spente e microfoni accesi, invitando il pubblico a partecipare in diretta commentando dal buio delle proprie stanze. Così è oggi negli spazi architettonici e naturali delle spettacolari Colline Geotermiche toscane. Proprio per questo, nella X edizione Marco Pasquinucci torna a proporre L’imbarazzo dell’infinito. Esperienza per spettatore solo, una drammaturgia di Mariagiulia Colace ispirata a “Bugiardo” di Isaac Asimov: un’occasione unica per immergersi in un racconto dove emozione e spazio si fondono definitivamente. Protagoniste di quest’anno, due luoghi fortemente rappresentativi del territorio e delle sue risorse, gli ex lavatoi di Monterotondo M.mo (27 luglio) e le Fumarole di Sasso Pisano (Castelnuovo V.C., 28 luglio)

Le iniziative Cenateatro, in convenzione con i migliori ristoranti della zona, e Notte con l’Artista, per rompere il confine del palco dopo ogni appuntamento, esprimono il senso profondo di convivialità e incontro che pervade tutta la manifestazione, attenta anche ai giovanissimi con il progetto Siamo in Fest!, per la chiusura dei laboratori nelle scuole primarie e secondarie dell’area, e alla promozione di un nuovo ‘turismo lento’ rivolto all’ascolto e al paesaggio con In Cammino, escursioni dantesche accompagnate dagli attori di Teatro Clandestino, e i brevi interventi teatrali di Dediche, pensati e proposti (in live e digitale) nelle strutture turistiche della zona.

Il progetto Festival delle Colline Geotermiche è realizzato con il sostegno di Ministero della Cultura, Regione Toscana, Comune di Pomarance, Comune di Castelnuovo V.C., Comune di Monteverdi M.mo, Comune di Monterotondo M.mo, Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra, Enel Green Power.

LA PRENOTAZIONE È FORTEMENTE CONSIGLIATA, sia per gli spettacoli a ingresso libero che per quelli a pagamento. Nelle giornate di spettacolo (h 9.30-12.30 e h 15.00-19.00) si può chiamare o mandare un messaggio WHATSAPP o SMS al 334 269 8007 con: nome, cognome, numero di telefono, indirizzo mail in base alle normative vigenti. Acquisto biglietti online su liveticket.it

Si raccomanda di arrivare ai luoghi di spettacolo 20 MINUTI PRIMA dell’orario d’inizio per agevolare lo svolgimento delle necessarie pratiche di controllo delle presenze.

articolo pubblicato il: 26/06/2021

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy