periodico di politica e cultura 21 giugno 2021   |   anno XXI
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

cinema: in prima visione su Rai5

“Occident Express"

Sabato 10 aprile con inizio alle ore 21:15 sarà visibile in prima visione su Rai5, a cura di Rai Cultura, il film tratto dallo spettacolo “Occident Express (Haifa è nata per star ferma)”, una produzione a firma Teatro Stabile dell’Umbria e Officine della Cultura con interpreti Ottavia Piccolo e i solisti dell’Orchestra Multietnica di Arezzo.

L’evento fa parte della serie di appuntamenti teatrali, in onda il sabato in prima serata su Rai5, che vedono protagonista Ottavia Piccolo, una delle attrici più amate della scena italiana, e che rendono conto del suo ormai decennale sodalizio con il drammaturgo Stefano Massini: un cammino teatrale condiviso che ha raccontato alcune delle più acute emergenze civili, sociali e politiche del nostro presente.

Per Arezzo l’occasione della proiezione della versione televisiva di “Occident Express” sarà una vetrina sotto tanti aspetti: ad iniziare dalla firma di Simone Marcelli alla regia; dalle musiche dell’OMA e dalla presenza in scena dei suoi musicisti, parte narrante delle vicende dell’anziana Haifa interpretata da Ottavia Piccolo; dalle riprese realizzate all’interno del Teatro Petrarca di Arezzo, valorizzandone i vari ambienti, in un teatro vuoto per ragioni artistiche e non pandemiche, grazie al prezioso contributo del Comune di Arezzo e della Fondazione Guido d’Arezzo.

“Occident Express”, dopo una tournée di tre anni interrotta a causa della pandemia, prosegue dunque il suo cammino nella versione cinematografica presentata a settembre nella 77ma Mostra del Cinema di Venezia. Un impegno collettivo nel racconto del contemporaneo a cui Officine della Cultura tiene in particolar modo e che proseguirà sempre su Rai5, sempre in prima serata, anche sabato 17 aprile con la programmazione di “Il sangue e la neve: memorandum teatrale su Anna Politkovskaja”, trasposizione per lo schermo diretta da Felice Cappa dello spettacolo “Donna non rieducabile” prodotto dalla cooperativa aretina.

articolo pubblicato il: 06/04/2021

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy