periodico di politica e cultura 1 marzo 2021   |   anno XXI
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

musica: per il concerto dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

centomila collegati

Grandissimo successo per il concerto dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia diretta da Juraj Valčuha trasmesso gratuitamente in live streaming su youtube.com/santaceciliatv (e ancora disponibile on demand fino al 12 febbraio) e in diretta su Rai Radio Tre. In quasi 100.000 – tra canali social dell’Accademia e radio - si sono collegati per ascoltare il capolavoro di Čajkovskij, il Concerto per violino, che ha visto il debutto romano del violinista ucraino Valeriy Sokolov, considerato uno dei più talentuosi oggi in attività. Sul podio dell’Orchestra ceciliana è tornato Juraj Valčuha – attuale Direttore musicale del Teatro San Carlo di Napoli, nonché Primo Direttore Ospite della Konzerthausorchester di Berlino – che è ospite abituale delle stagioni sinfoniche dell’Accademia.

Il contenuto espressivo, l’andamento libero, quasi rapsodico, l’equilibrio del dialogo tra solista e orchestra hanno permesso di apprezzare al meglio le doti di Valeriy Sokolov, osannato da pubblico e critica per la sua tecnica impeccabile, per la maturità artistica e per le doti interpretative ed espressive. Composto nella primavera del 1878, il Concerto per violino op. 35 è uno dei brani di Čajkovskij più conosciuti, con passi virtuosistici e lirici che uniscono all’espressività melodica della tradizione romantica un’orchestrazione imponente in un dialogo ininterrotto tra solista e orchestra che cattura gli ascoltatori dall’inizio alla fine. Nella seconda parte del concerto Valčuha ha diretto la Sinfonia n. 4 “Inestinguibile” dell’autore danese Carl Nielsen, la più nota tra le sinfonie scritte da uno dei maggiori compositori scandinavi a cavallo fra Otto e Novecento.

Il prossimo appuntamento con gli streaming sui canali dell’Accademia è quello del 19 febbraio alle ore 20.30 che vede il ritorno - dopo oltre vent’anni di assenza - del direttore finlandese Jukka-Pekka Saraste che dirigerà l’Orchestra ceciliana nella Sinfonia n. 5 di Čajkovskij e nei Folk songs per voce e orchestra di Berio interpretati dal mezzosoprano tedesco Stefanie Irányi.

articolo pubblicato il: 06/02/2021

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy