periodico di politica e cultura 4 agosto 2020   |   anno XX
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

spettacolo: IX edizione

Festival delle Colline Geotermiche

Officine Papage presenta Festival delle Colline Geotermiche 2020 IX edizione 23 luglio > 30 agosto Pomarance, Castelnuovo Val di Cecina, Monteverdi Marittimo (Pisa) Monterotondo Marittimo (Grosseto)

Tornano i festival di teatro contemporaneo di Officine Papage in Toscana e in Liguria. Da Piero Ciampi a Asimov per raccontare la distanza, e definire insieme il percorso minimo tra due punti necessario ad aprire le porte del sogno. 24 appuntamenti. 5 prime assolute. 5 eventi site specific.

Tra i protagonisti Arianna Scommegna (“E bastava un'inutile carezza a capovolgere il mondo” 23/07 Pomarance), la danza contemporanea di Bernabéu-Covello (“Un po’ di più” 28/07 Monterotondo M.mo), Officine Papage - Teatro Clandestino (“Finestre clandestine” 31/07 Pomarance e 01/08 Monterotondo M.mo), Massimiliano Civica (”Scampoli” 07/08 Pomarance), Le Vie del Fool (“Baccanti” 12/08 site specific Monterotondo M.mo), MagdaClan Circo (prima assoluta - “One Step Beyond”- 13/08 Castelnuovo V.C.), la musica elettronica in collaborazione con gli artisti di Electropark Festival (“Sleeping Concert” 15/08 site specific Pomarance), Officine Papage (con le prime assolute del progetto ispirato al mondo di Isaac Asimov, DISTANZE POSSIBILI: “Soliloqui positronici” e “Il fuorigioco di Orione” 16/08 Pomarance, “L’imbarazzo dell’infinito” dal 21/08 al 27 /08 site specific nell’Arena Geotermica di Larderello e “End Meeting For All il 30/08: palcoscenico virtuale e platee diffuse), Pan Domu Teatro (“Assenza sparsa” 20/08 Monteverdi M.mo),Teatro della Caduta (“Madama Bovary” 26/08 Monterotondo M.mo), le Contrade di Pomarance (“Le voci del Palio” 28/08 Pomarance).

Officine Papage dedica alla Distanza come opportunità di espressione e immaginazione l’edizione 2020 del Festival estivo di teatro italiano contemporaneo che la compagnia teatrale diretta da Marco Pasquinucci e Annastella Giannelli organizza sullo sfondo di uno dei più suggestivi panorami della campagna toscana: il Festival delle Colline Geotermiche (23 luglio>30 agosto). Claim di quest’anno La libertà in un metro.

Dal Piero Ciampi, raccontato e cantato da Arianna Scommegna (giovedì 23 luglio) alla crossmedialità diffusa del nuovo omaggio a Asimov realizzato da Officine Papage, si alterneranno spettacoli live e online, eventi site specific, laboratori e concerti. La proposta, nata da un lungo e profondo confronto con le comunità locali e le loro esigenze, tenta di sperimentare le molteplici declinazioni del tema nel tempo e nello spazio, scoprendo nuovi luoghi nei territori consueti e nuove modalità nella relazione pubblico/attori, individuando una inedita continuità tra le comunità di Toscana e Liguria con cui Officine Papage lavora da quasi 10 anni. Al centro del lavoro c’è la volontà di approfondire il rapporto con la vita quotidiana delle persone inserendo - accanto a nomi di artisti affermati o emergenti di successo (come Massimiliano Civica, Bernabéu/Covello, Pan Domu Teatro o MagdaClan Circus, presente con un’esplosiva creazione in prima assoluta intitolata alla distanza) - iniziative sviluppate insieme a pubblico, giovani e realtà locali. In questa direzione vanno l’allestimento di Rebecca (giovedì 30 luglio a Monteverdi M.mo), nuovo spettacolo di Marco Pasquinucci ispirato al romanzo La vita accanto di M.Pia Veladiano, frutto di un percorso di formazione che coinvolge un gruppo appassionato di giovanissimi, o il laboratorio - sempre targato Papage - di Teatro Clandestino che porterà le performance nate durante il lockdown per “Sofà Teatro” dalle finestre virtuali di Zoom a quelle reali delle piazze di Pomarance e Monterotondo M.mo (venerdì 31 luglio e sabato 1 agosto), fino all’esperienza delle Contrade di Pomarance, che saranno in scena venerdì 28 agosto con Le voci del Palio.

Vicinanza e lontananza tra corpi e suoni saranno modulati attraverso il paesaggio unico al mondo per cui il Festival è pensato, facendone un altro protagonista attivo del racconto. Così sarà nella versione site specific dello spettacolo Baccanti che Le Vie del Fool allestirà tra i fumi del Parco delle Biancane (mercoledì 12 agosto a Monterotondo M.mo) e nello straordinario Sleeping Concert organizzato nella notte di ferragosto al Parco del Mattatoio di Pomarance, con la collaborazione di ElectroPark Festival, una nuova sinergia che porta la musica elettronica, per la prima volta, nel cartellone della kermesse. Le note di Les Giants, Mishah, Ermete Trismegisto, Matteo Saltalamacchia e Confindustrial Sinfonietta accompagneranno il pubblico, addormentato nel verde, fino all’alba.

L’immersione nella bellezza e nella pace della natura continua il mattino dopo, nel vicino Boschetto di Gallerone. Qui parte il viaggio fantascientifico ispirato al mondo di Isaac Asimov che Officine Papage ha scelto come cuore di questa particolare edizione. La drammaturgia è di Mariagiulia Colace (giovane autrice e attrice protagonista di alcuni degli ultimi spettacoli di Emma Dante) e nasce da un’idea di Marco Pasquinucci e Caterina Simonelli, che sono anche gli interpreti in scena. Il progetto, declinato in 4 diversi spettacoli, si intitola “Distanze Possibili” e, riflettendo sulle nuove e discusse opportunità dell’esplosione telematica sperimentata in questi mesi di emergenza, vuole misurare la distanza tra il presente e un possibile nostro futuro. Una distanza che definisce il percorso minimo tra due punti necessario ad aprire le porte del sogno. Una distanza che è possibilità: possibilità di immaginare, inventare e creare insieme. Domenica 16 agosto, alle ore otto, tra gli alberi del boschetto, è la volta di Soliloqui positronici, una carrellata di monologhi ispirati ai personaggi creati dall’autore di Io Robot, mentre alla sera tutto si sposta allo stadio di Pomarance per Il fuorigioco di Orione ovvero Partitella di pallone per fuggire alla morte, in cui si immagina che un misterioso direttivo di psicologi e ingegneri sottoponga un intero paese a uno strano esperimento sulla felicità. Attraversano tutto il progetto le molte domande identitarie legate al complesso rapporto tra tecnologia e natura che definisce la nostra quotidianità. Un percorso che dovrebbe culminare nell’Arena Geotermica di Larderello, da venerdì 21 a giovedì 27 agosto, con L’imbarazzo dell’infinito: esperienza per spettatore solo. Tappa finale attualmente in fase di studio. All'interno del refrigerante della centrale 3 - la cattedrale industriale che domina il territorio - lo spettatore srà invitato ad uno spettacolo immersivo ispirato al Bugiardo! di Asimov. L’emozione e il racconto saranno il refrigerante stesso, la sua architettura, la sua grandiosità, la sua circonferenza chiusa di cielo stellato. Dalle ore 18 in poi, per una settimana, dieci spettatori al giorno avranno la possibilità, entrando uno alla volta con una cuffia in dotazione, di vivere un’emozione che ha al centro il refrigerante stesso, la sua architettura, la sua circonferenza chiusa di cielo stellato: ognuno solo al centro dell’arena, l'unica compagna sarà una voce che racconta, che lo guida, che si confonde con i propri pensieri. Si chiude domenica 30 agosto con End Meeting For All - Isaac Asimov Reprise. Una messa in scena particolare, mutuata dalle esperienze di teatro di comunità portate avanti durante il lockdown. In più piazze contemporaneamente, grazie al collegamento attraverso la piattaforma Zoom, verranno allestite delle platee senza palco nei diversi territori in cui è attiva Officine Papage, dalle colline geotermiche toscane ai colori della riviera del Levante ligure, sede del festival Nuove Terre. Le Arti della Scena, che si svolge durante le stesse settimane.

A completare la manifestazione, le iniziative dedicate all’accoglienza e alla condivisione: i laboratori dedicati ai minori (3-11 anni) Estate Insieme, organizzati da Officine Papage in collaborazione con Società della Salute Alta Val di Cecina – Valdera (tra il 13 luglio e il 7 agosto) si apriranno alle famiglie con le 3 iniziative “Distanti ma felici” sui territori di Volterra, Saline di Volterra e Castelnuovo; la CenAteatro, con la possibilità di cenare a prezzi scontatissimi nei locali e nei ristoranti convenzionati, e gli incontri tra pubblico e attori di Notte con l’artista, al termine di ogni spettacolo.

Il Festival delle Colline Geotermiche è realizzato con il sostegno della Regione Toscana (nell’ambito del bando triennale per Residenze Artistiche e Culturali), dei Comuni di Pomarance (PI), Monterotondo Marittimo (GR), Castelnuovo Val di Cecina (PI), Monteverdi Marittimo (PI), Co.S.Vi.G. (Consorzio per lo Sviluppo delle Aree Geotermiche). Si ringraziano le collaborazioni che hanno reso possibile parte del programma: Nuove Terre (Bonassola, Framura, Deiva Marina, Moneglia, Sestri Levante), Teatro Akropolis – Progetto Intransito, Sarabanda – Circumnavigando Festival, Electropark Festival; le Contrade di Pomarance, la Pro Loco di Pomarance, gli Uffici Turistici di Castelnuovo Val di Cecina e Monterotondo Marittimo, il Circolo di Promozione Turistica e Culturale Badivecchia di Monteverdi Marittimo.

articolo pubblicato il: 19/07/2020

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy