periodico di politica e cultura 22 ottobre 2020   |   anno XX
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

arte e mostre: Tina Bruno al Caffè Letterario del Sansi di Spoleto

"Corci"

“Scorci” unici, a Spoleto, una bella mostra della pittrice Tina Bruno, l’occasione per la fuga da una spiaggia affollata, da una città torrida o da una casa afosa, per immergersi in un altro mondo.

Queste settimane sono passate all’insegna dell’arte e della cultura, studiano, ricercando sperimentando. Con SpoletoMeetingArt, il volume DuemilArtisti La Fiera Letteraria, Giovani Europei Magazine, e naturalmente con Spoleto Festival Art MenottiArtFestival, L’attività artistica culturale è ripresa in linea con le dovute precauzioni e il nuovo appuntamento al caffè letterario del Sansi in Via Salara Vecchia, 21 Spoleto, luogo d’incontri e di animazione culturale, nonché di esposizione di opere d'arte e di attività innovative è, con la pittrice contemporanea pugliese Tina Bruno con la sua mostra personale “Scorci” che è stata presentata il 2 agosto dal Critico e storico dell’arte Sandro Costanzi e da Paola Biadetti come direttore artistico dello Spoleto Meeting art e curatrice di questa mostra personale di Tina Bruno. Patrocinata da Ass. IEFO, (Istituto Europeo Formazione Orientamento) Spoleto Art Festival Menotti Art Festival, Fondazione TAU.

L’incontro con Tina Bruno è avvenuto durante la Kermesse di settembre il Menotti art Festival 2019 ed è stata tra le protagoniste dello SpoletoMeetingArt che è un punto di vista prezioso per l’arte contemporanea, con artisti straordinari, artisti di un nuovo rinascimento. Tina Bruno è stata anche protagonista al Premio Comunicare L’Europa 2020 manifestazione dove sono state consegnate opere dedicate all'evento, tra le quali anche quelle di Tina Bruno. Che dal 2 agosto è a Spoleto per questa bellissima mostra personale dal titolo “Scorci” che segna un passaggio importante per l’artista alla quale è stato conferito il Premio Internazionale Spoleto Art Festival 2020.

Tina Bruno lei si è presentata così, raccontando la sua poetica: Sono appassionata d'arte, fin da piccola, mi formo nella pittura figurativa e in seguito mi dedico anche alla pittura astratta, informale e materica. Con lo scopo di migliorare la tecnica, ho frequentato l'Accademia di Bari, e il maestro Michele Roccotelli. I miei dipinti sono l'espressione di quel fluire di emozioni che si fondono e si imprimono sulla tela in un gioco di colori. Attraverso uno studio e una ricerca costanti, continuo instancabilmente ad esplorare nuovi orizzonti, sperimentando nuove tecniche e materiali diversi. Il critico e storico dell’arte Sandro Costanzi che voglio ringraziare per la critica artistica che ha fatto su: Tina Bruno scrive:

Tina, interpreta la grande lezione dello spazialismo geometrico , affida al triangolo la spinta propulsiva d’indirizzare l’energia dell’universo pugliese di nascita, attraversa quindi questo vivo scambio di pensiero che intercorse, da sponda a sponda, tra l’Asia Minore e la Magna Grecia ;

Tina Bruno affida proprio a notturne, ma calde, cromie sfumate che sono ricettacolo e memorie di amate terre lontane che di colpo si baciano per poi scomparire, sempre di colpo, in un altrove lontano nel tempo. Lontano solo per ora, ma poi si vedrà quanto di dovuto nel quando da concordarsi.

articolo pubblicato il: 16/08/2020 ultima modifica: 29/08/2020

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy