periodico di politica e cultura 9 luglio 2020   |   anno XX
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

musica: in streaming in collaborazione con l'Accademia di Santa Cecilia

"Fendi Renaissance – Anima Mundi"

Fendi Renaissance – Anima Mundi è il titolo dell’appuntamento in streaming che l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e la Maison FENDI presentano e prevede l’esecuzione dell’Estate, tratta dalle Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi con l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e la star del violino Anna Tifu, che per l’occasione indosserà tre abiti FENDI Couture. Palazzo della Civiltà Italiana, suggestiva sede di FENDI a Roma, accoglierà la performance.

Il progetto è frutto dell’avvio di una collaborazione tra l’Accademia di Santa Cecilia e la Maison FENDI, due realtà profondamente legate alla città di Roma di cui sono espressione di eccellenza e creatività ai massimi livelli. L’idea nasce dal desiderio di lanciare alla collettività un messaggio positivo di rinascita, dopo la pandemia, attraverso l’arte, la moda e la musica. La musica sinfonica, la cui particolarità risiede nell’altissima qualità del suono senza avere espressione iconografica, trova invece rappresentazione visiva attraverso i capi FENDI Couture, che contribuiscono così essi stessi al racconto dell’Estate. L’esibizione verrà trasmessa nel giorno del solstizio d’estate, a simboleggiare il desiderio comune di ripartire, riunirsi e ritrovarsi. Di tutti i Concerti del ciclo vivaldiano, l'Estate è quello che conduce l'ascoltatore ad un climax di sensazioni coinvolgenti ed esaltanti, rese dalla scrittura musicale con effetti quasi "visibili".

Anima Mundi rappresenta il principio unificante da cui ogni organismo prende forma, articolandosi e differenziandosi attraverso le proprie specifiche individuali, per poi unificarsi sotto un'Anima Universale. Il concerto si svolge seguendo questo pensiero, con i musicisti, che dapprima suonano separatamente per essere poi uniti attraverso un intero elemento: l'Orchestra. Sarà un concerto “itinerante” nello spazio e nel tempo quello di Anna Tifu e dei professori d’Orchestra. Dal primo movimento, all’alba, sulle scalinate e poi sotto le arcate, mantenendo il distanziamento imposto dagli avvenimenti delle ultime settimane, i musicisti si ricongiungeranno finalmente al tramonto sul tetto del “Colosseo quadrato” per intonare l’ultimo movimento dell’Estate, tornando a far musica insieme dopo questi mesi di forzata separazione e celebrare insieme il calore della musica e dell’estate.

Anna Tifu suona il violino Antonio Stradivari “Marèchal Berthier” del 1716 appartenuto a Napoleone, un violino molto prestigioso dato in prestito dalla Fondazione Pro Canale di Milano ai violinisti più talentuosi per suonarlo e riportarlo in vita. Antonio Stradivari è universalmente riconosciuto come miglior liutaio di sempre. Studi dicono che il violino fu costruito da Stradivari per la corte spagnola, dove rimase fino all’occupazione francese. Il generale napoleonico Alexandre Berthier, Capo di Stato Maggiore durante la vittoriosa spedizione, riportò lo strumento in Francia e lo ricevette poi in dono dall’imperatore stesso.

Su www.fendi.com, @fendi, www.santacecilia.it, @accademiadisantacecilia

L'Accademia Nazionale di Santa Cecilia è una delle più antiche istituzioni musicali al mondo. Fondata ufficialmente nel 1585 si è trasformata nei secoli da sodalizio di musicisti di valenza "locale" a moderna accademia e ente concertistico sinfonico di fama internazionale. L’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia è stata la prima in Italia a dedicarsi esclusivamente al repertorio sinfonico, promuovendo prime esecuzioni di importanti capolavori del Novecento. Dal 1908 a oggi l’Orchestra ha tenuto circa 15.000 concerti collaborando con i maggiori musicisti del secolo: è stata diretta, tra gli altri, da Mahler, Debussy, Strauss, Stravinskij, Sibelius, Hindemith, Toscanini, Furtwängler, De Sabata e Karajan. I suoi direttori stabili sono stati Bernardino Molinari, Franco Ferrara, Fernando Previtali, Igor Markevitch, Thomas Schippers, Giuseppe Sinopoli, Daniele Gatti e Myung-Whun Chung. Dal 1983 al 1990 Leonard Bernstein ne è stato il Presidente Onorario; dal 2005 Antonio Pappano è il Direttore Musicale.

La Maison FENDI fu fondata da Adele e Edoardo Fendi a Roma nel 1925. A seguire fu aperta una piccola boutique di pelletteria con laboratorio di pellicceria. Raccogliendo immediatamente grandi consensi, FENDI emerge come un brand riconosciuto per la sua eleganza, artigianalità, innovazione e stile. Nel 1965 iniziò la collaborazione con Karl Lagerfeld, affiancato nel 1992 da Silvia Venturini Fendi nella direzione creativa di FENDI. Nel 1994, Silvia Venturini Fendi diviene responsabile degli accessori ed in seguito delle linee uomo e bambino. Nel 2000 il Gruppo LVMH acquista delle quote di FENDI diventando nel 2001 l’azionista di maggioranza. Oggi FENDI è sinonimo di qualità, tradizione, sperimentazione e creatività.

Vincitrice nel 2007 del concorso George Enescu di Bucharest, Anna Tifu è considerata una delle migliori interpreti di violino della sua generazione. Nata a Cagliari, inizia lo studio del violino all’età di sei anni e a suonare in pubblico a otto anni. A undici anni debutta come solista con l’Orchestre National des Pays de la Loire e all’età di dodici anni, debutta alla Scala di Milano con il Concerto n.1 di Max Bruch. Si diploma appena quindicenne al Conservatorio di Cagliari con il massimo dei voti e la Menzione d’Onore. Ha studiato con Salvatore Accardo all’Accademia Walter Stauffer di Cremona e successivamente all’Accademia Chigiana di Siena dove, nel 2004, ottiene il Diploma d’Onore. Viene supportata da Mozart Gesellschaft Dortmund e all’età di diciassette anni viene ammessa al Curtis Institute di Philadelphia dove studia con Aaron Rosand, Shmuel Ashkenazy e Pamela Frank. Successivamente vince la borsa di studio all’Accademia Internazionale di Musica di Cagliari per studiare a Parigi, dove ottiene il Diplome Superieur de Concertiste all’Ecole Normale. Anna si è esibita con alcune tra le più prestigiose orchestre nazionali ed internazionali come l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e ha collaborato con direttori d’orchestra rinomati in tutto il mondo.

articolo pubblicato il: 20/06/2020

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy