periodico di politica e cultura 21 settembre 2020   |   anno XX
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

libri: Andrea Fanetti

"L’assassino e il pettirosso"

“L’assassino e il pettirosso” è un racconto sulla scoperta di una follia repressa e sull’illusione inconscia, che sia possibile “uccidere il padre” togliendo la vita ad altri esseri umani. All’origine c’è un bambino bistrattato, che da grande si vorrà riscattare con un gesto da “giustiziere”. Ad un certo punto si danno appuntamento complessi di inferiorità e follia, amore e morte, in una vita “normale” dove si vuole guidare il destino attraverso un gioco di quelli che ci regalano a Natale. Il tutto, per uccidere senza un motivo se non la pura soddisfazione di vedere del sangue quando si chiude un’esistenza. La vita è dunque appesa a delle combinazioni come accade quando ci divertiamo nel gioco dell’oca o con una roulette? Siamo brave persone o mostri senza saperlo? In parallelo ci sono le relazioni tra persone, tra genitori e figli che implodono, relazioni che cambiano perché una di queste persone, va in tilt con i protagonisti che si rifugiano spesso nelle loro solitudini. Allora bisogna saper uscire dal proprio mondo e volare via, come può fare un uccellino che scappa da una gabbia, prendere le distanze, andare oltre e osare se si vuol vivere ancora. Talvolta ci si riesce, altre volte no.

“A volte però, essere buoni è una specie di condanna e non una scelta. In realtà, sopprimi dentro la voglia di spaccare tutto, di urlare quel tuo disagio mascherandolo con la calma. Uno buono per davvero, arriva perfino a odiarla quella sua bontà”.

Andrea Fanetti, è nato nel Comune di Castelnuovo di Val di Cecina (Pi) il 13/02/1956, diplomato come Perito Meccanico all’ITIS “Antonio Pacinotti” di Piombino, impiegato alla Magona d’Italia; sposato con due figli. Ha avuto impegni in campo politico e sportivo. Attualmente è presidente dall’Associazione Culturale Covergreen che valorizza e promuove le copertine dei vinili anni ’60 -’70. Questa è la sua terza esperienza letteraria. Il romanzo di esordio “La Piazza in Mezzo al Mare” ha vinto la 3° edizione del premio nazionale “Giovanni Bovio 2018” di Trani. Il secondo romanzo “Dalla neve al Fango”, ha vinto il premio letterario “Emilio Agostini 2019” del Circolo Culturale Emilio Agostini di Sassetta (Li).

Andrea Fanetti
L'assassino e il pettirosso
Un serial killer a Piombino
Euro 15
Il Foglio Letterario & Edizioni Il Foglio

articolo pubblicato il: 19/06/2020

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy