periodico di politica e cultura 15 luglio 2020   |   anno XX
direttore: Gabriele Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
archivio
Google

spettacolo: su Sonar, piattaforma digitale dedicata al teatro

"In-Box"

Prosegue il lavoro di AMAT – circuito multidisciplinare di teatro, musica, danza e circo delle Marche - a sostegno alla creatività giovanile nell’ambito dello spettacolo dal vivo con In-Box, un progetto unico in Italia dedicato al teatro e alle sue contaminazioni, nato a Siena nel 2009 su idea di una giovane compagnia, Straligut Teatro, e arrivato oggi a riunire 79 partner fra festival prestigiosi, spazi off, piccole compagnie, teatri comunali e circuiti regionali.

Anche durante l’emergenza sanitaria legata al Covid 19 il progetto In – Box è proseguito regolarmente su Sonar, piattaforma digitale dedicata al teatro con l’individuazione dei sei finalisti da premiare e tra i quali distribuire le cinquanta repliche in palio. Questi gli spettacoli selezionati: Futuro anteriore di Ferrara Off, Non plus ultras di Coop Argot ARL, Tropicana di Frigoproduzioni, LIBYA. Back home di La Ballata dei Lenna, Polvere di Compagnia teatrale Cesare Giulio Viola e Stay Hungry - indagine di un affamato di DAF - Teatro dell’Esatta Fantasia.

L’originalità di In-Box, che nel corso degli anni ha accolto 3562 candidature, assegnando a 59 compagnie 459 repliche con circa 450.000 euro di cachet, è quella di agire concretamente nell'ambito della circuitazione degli spettacoli selezionati. Le repliche messe in palio dai partner sono suddivise fra gli artisti finalisti i quali, durante la stagione successiva, porteranno in scena i loro spettacoli nei teatri gestiti dai soci della rete, nelle Marche nelle stagioni curate da AMAT.

In-Box nel corso di 10 anni ha, con un attento e accurato lavoro dei partner, premiato molti fra gli artisti divenuti famosi a partire da Lino Musella, premio UBU nel 2019 come migliore attore e interprete di Gomorra - La serie e The Young Pope e Paolo Mazzarelli (La Grande Bellezza, È arrivata la felicità) vincitori nel 2010; Carullo-Minasi e Punta Corsara, due delle giovani compagnie più conosciute e apprezzate in Italia che vincono nel 2012 e nel 2013, Caroline Baglioni e Leonardo Manzan, vincitori poi dei bandi Biennale College Teatro del 2018 e 2019, fino ad arrivare al 2019, quando trionfa "La Classe" di Iacozzilli/Cranpi, spettacolo che riceverà in seguito numerosi premi a partire da quello assegnato da ANCT.

articolo pubblicato il: 22/05/2020

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttore responsabile: Gabriele Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/2001 - reg. Trib. di Roma n 559 2002 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy