periodico di politica e cultura 25 febbraio 2020   |   anno XX
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
abbiamo aggiornato la cookie policy e i collegamenti ad essa associati: cookie policy
archivio
Google

teatro: al Teatro Gerolamo di Milano

"Paper cut"

In arrivo da Israele e per la prima volta in Italia, Paper cut, un racconto surreale, imprevedibile e profondamente umano, nel quale si fondono linguaggi diversi: teatro di figura, recitazione, canto, teatro d’oggetti, trattati con fantasia inesauribile e uno straordinario senso dell’umorismo. Vincitore di numerosi premi internazionali, lo spettacolo di Yael Rasooly sarà in anteprima il 14 febbraio a Genova al Teatro della Tosse, il 15 e 16 febbraio a Milano al Teatro Gerolamo in prima nazionale e il 21 e 22 febbraio a Pistoia, al Centro Culturale Il Funaro. Lo spettacolo sarà in Italia grazie al sostegno dell’Ambasciata di Israele e sarà in italiano.

Un’inappuntabile segretaria rimane sola in ufficio dopo che tutti i colleghi sono andati a casa: un contratto di capitale importanza deve essere assolutamente pronto per la mattina successiva e lei, segretamente innamorata del capoufficio, è l’unica che resta a occuparsene. Quando il silenzio e l’oscurità della notte scendono sul grande spazio deserto, dal suo angolino, con fotografie prese da vecchie riviste di cinema, lei si rifugia in un mondo di sogni a occhi aperti, nel quale diventa una fascinosa diva degli anni Quaranta e dove trova, finalmente, l’amore ideale. Man mano che la trama si sviluppa, però, l’immaginazione entra sempre più in conflitto con la realtà e la storia romantica assume ben presto le tinte di un incubo hitchcockiano. PAPER CUT ci racconta le ossessioni e i pericoli delle fantasie romantiche e quanto possa essere importante aggrapparci ai nostri sogni. Il linguaggio e le immagini del cinema in bianco e nero vengono trasferiti nell’universo artigianale dei ritagli di carta e del teatro d’oggetti, creando una tensione che è surreale, talvolta dolorosa, ma soprattutto davvero esilarante. È uno spettacolo nel quale le tecniche del teatro d’oggetti si fondono con il canto e la recitazione.

In Israele la scena artistica è particolarmente viva: da tempo, gli artisti hanno saputo superare le difficoltà imposte dalla loro lingua per farsi strada in tutto il mondo con i linguaggi universali della danza, del mimo e del teatro d’immagine. Sempre più spesso le loro performance e i loro spettacoli ottengono vasta risonanza di pubblico e riconoscimenti ufficiali, seguiti da tournée all’estero. Rappresentato più di 300 volte in 25 paesi e 70 festival, Paper Cut ha vinto numerosi premi internazionali e ha ricevuto unanimi ed entusiastici consensi da parte della critica di tutto il mondo.

Regista, attrice, cantante e burattinaia, Yael Rasooly, è nata nel 1983 a Gerusalemme. Ha avuto inizialmente una formazione da cantante lirica e successivamente ha studiato scenografia a Londra. Ha cominciato a sviluppare il suo personalissimo linguaggio teatrale alla Scuola di Teatro Visuale di Gerusalemme, dove si è specializzata in regia, teatro di figura e scenografia, diplomandosi cum laude. Dal 2006 crea i suoi spettacoli che ha presentato nei più importanti festival indipendenti d’Europa, Stati Uniti, Sud America ed Estremo Oriente. Il linguaggio teatrale di Yael Rasooly è basato su un approccio multidisciplinare, che combina differenti linguaggi teatrali, teatro di figura, arti visive e musica. Attualmente è in tour in tutto il mondo con cinque differenti spettacoli, tutti scritti e realizzati da lei. Prosegue inoltre la sua carriera di cantante, esibendosi con molti ensemble e in concerti solistici e prediligendo soprattutto il repertorio dei primi decenni del XX secolo: swing, blues e chanson francesi. Tiene regolarmente seminari e masterclass alla New York University, al Muhlemberg College (Allentown, Pennsylvania) e all’Université du Québec (Montreal). Lo spettacolo è parte del palinsesto 2020 del Comune di Milano - Assessorato alla Cultura I Talenti delle Donne: un calendario di iniziative al femminile, dalle arti visive allo spettacolo dal vivo, dai media alla letteratura, che punta a valorizzare le donne, i loro linguaggi e il loro ruolo come protagoniste della cultura e del pensiero creativo.

DURATA SPETTACOLO: 60 MINUTI

PREZZI: da 10 a 25 euro

RIDUZIONI e CONVENZIONI Il Teatro Gerolamo aderisce al programma ‘Teatro, Cinema, Concerti... in BICI biglietto ridotto’: chi dimostra di essere venuto a teatro in bicicletta ha diritto a un biglietto al prezzo di 8,00 euro. Carnet del Teatro Gerolamo: 4 ingressi a 68 euro o 6 ingressi a 96 euro. Continuano infine le riduzioni abituali. Tutte le info sul sito www.teatrogerolamo.it. INFORMAZIONI Prenotazioni: 02 36590120 / 122 | 02 45388221 | biglietteria@teatrogerolamo.it Scuole e Università / Gruppi organizzati: chiara.scordamaglia@teatrogerolamo.it

TEATRO GEROLAMO Piazza Cesare Beccaria 8 – 20122 Milano Tel. 02 36590120 / 122 (uffici) | 02 45388221 (biglietteria) Email info@teatrogerolamo.it www.teatrogerolamo.it

articolo pubblicato il: 07/02/2020

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy