periodico di politica e cultura 23 gennaio 2020   |   anno XX
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
abbiamo aggiornato la cookie policy e i collegamenti ad essa associati: cookie policy
archivio
Google

cronache: IV edizione

"Run for Mem"

Domenica 26 gennaio 2020 torna, per il quarto anno consecutivo, la Run for Mem, la “corsa per la Memoria” organizzata dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane nell’ambito delle attività per il Giorno della Memoria, quest’anno in collaborazione con la Comunità Ebraica di Livorno. E’ infatti proprio Livorno la città prescelta per ospitare l’evento sportivo, non competitivo, che nasce con l’intento di ricordare i drammatici eventi della Shoah e della seconda guerra mondiale, lanciando al contempo un messaggio di speranza, veicolato dai valori positivi di una giornata all’insegna dello sport condivisa con tutta la cittadinanza.

La corsa, alla quale è possibile partecipare iscrivendosi gratuitamente sul sito dell’UCEI (www.ucei.it/runformem), si svolgerà lungo un percorso di circa 7 km. La partenza è prevista alle ore 10.00 di domenica 26 gennaio da Piazza Benamozegh, di fronte alla Sinagoga. Testimonial d’eccezione è anche quest’anno Shaul Ladany, podista olimpionico israeliano dalla storia straordinaria, oggi 83enne, sopravvissuto al campo nazista di Bergen Belsen e all'eccidio di atleti israeliani avvenuto alle Olimpiadi di Monaco del 1972. Una vicenda che ben ricordano altri due Testimonial della Run for Mem 2020, Rolando Rigoli e Mario Aldo Montano, ambedue schermidori e ambedue oro olimpico proprio alle Olimpiadi di Monaco del ’72, alle quali parteciparono gareggiando nella squadra italiana. Testimonial della corsa sarà inoltre l’ostacolista italiano Fabrizio Mori, campione mondiale nei 400 metri a ostacoli a Siviglia nel 1999.

Gli atleti passeranno per Piazza della Vittoria (di fronte al monumento ai caduti della prima guerra mondiale), Via Micali (dove ha sede il museo ebraico e dove, dopo le leggi del ’38, fu istituita una “scuolina” nella quale confluirono gli alunni ebrei), Viale della Libertà (di fronte alla stele che ricorda i partigiani e i perseguitati antifascisti). La corsa si concluderà in Piazza del Municipio, a simboleggiare l’unità tra la città di Livorno e la sua comunità ebraica. Presso alcune delle tappe, si svolgeranno degli eventi di commemorazione. Sarà possibile partecipare anche in bicicletta.

L’evento è patrocinato da: Regione Toscana, Comune di Livorno, Provincia di Livorno, Prefettura di Livorno, ANED, ANPI, ANNPIA, Accademia Navale di Livorno, Fondazione Museo della Shoah di Roma, Diocesi di Livorno, Fondazione Livorno, Coni Livorno, Uisp Sport, Porti Alto Tirreno, Comunità di Sant’Egidio, SVS Pubblica Assistenza, Centro Donna Livorno, Amaranta Servizi, Sochnut Italia. In collaborazione con: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Con il supporto di: AME, Associazione Medica Ebraica Media partner: Sky Sport e Il Tirreno

articolo pubblicato il: 09/01/2020

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy