periodico di politica e cultura 6 dicembre 2019   |   anno XIX
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
abbiamo aggiornato la cookie policy e i collegamenti ad essa associati: cookie policy
archivio
Google

musica: all'Auditorium Parco della Musica di Roma

Andrea Lucchesini in recital

Con il concerto di lunedì 28 ottobre ore 20.30, Sala Santa Cecilia, il pianista Andrea Lucchesini inaugura la Stagione di Musica da Camera 2019/20 con un recital romantico e interamente dedicato a uno dei suoi massimi rappresentanti: Robert Schumann. Il programma monografico prevede l’esecuzione di alcune delle sue composizioni più suggestive in cui i rapporti interpersonali e le intime visioni dell’autore diventano la fonte di ispirazione principale.

Papillons op. 2, suite per pianoforte composta tra il 1829 e il 1832, composta da dodici pezzi più un’introduzione, è ispirata al capitolo finale di Flegeljahre, uno dei romanzi più famosi di Jean Paul. Il programma prosegue con Carnaval op. 9, composizione caratterizzata da continui cambiamenti di andamento, scritta nel 1835 per Ernestine von Fricken di cui Schumann era innamorato, composta da 22 pezzi nei quali il musicista descrive episodi, sentimenti e persone che fanno parte della sua vita. Le Tre Romanze op. 28, invece, fanno parte di quel gruppo di opere pianistiche, particolarmente felici, che Schumann scrisse nei due anni (1838-1839) che precedono il suo matrimonio con Clara Wieck. Schumann stesso stimava queste Tre Romanze considerandole, insieme alle opere 12, 16 e 21, come i migliori pezzi che egli aveva composto per il pianoforte. A completare il mosaico sarà la Fantasia op.17, composta nel 1836, e considerata l’opera che rappresenta il risultato più alto di tutta la sua opera pianistica. Scritta proprio nell’anno di più intensa crisi personale dell’artista, dovuta anche alla non facile relazione con la sua amata Clara, la Fantasia incarna, soprattutto nella prima parte, quel sentimento straziante che ha colpito Schumann durante quel periodo. vIl concerto di Andrea Lucchesini, Accademico di Santa Cecilia dal 2008 e tra i più importanti interpreti romantici della scena internazionale, è molto atteso dal pubblico romano, che lo ha visto salire sullo stesso palco, l’ultima volta, nel 2017. Il suo esordio a Santa Cecilia risale a 30 anni fa, quando eseguì tre brani di Chopin e Carnaval op. 9 di Schumann.

Il concerto sarà trasmesso in diretta da Radio3 Rai

Andrea Lucchesini
Formatosi alla grande scuola pianistica di Maria Tipo, Andrea Lucchesini s’impone all'attenzione internazionale giovanissimo, con la vittoria del Concorso Internazionale “Dino Ciani” presso il Teatro alla Scala di Milano. Suona da allora in tutto il mondo con orchestre prestigiose ed i più grandi direttori, suscitando l’entusiasmo del pubblico per la combinazione tra solidità di impianto formale nelle sue esecuzioni, estrema cura del suono, raffinatezza timbrica e naturale capacità comunicativa. La sua ampia attività, contrassegnata dal desiderio di esplorare la musica senza limitazioni, lo vede proporre programmi che spaziano dal repertorio classico a quello contemporaneo, proposto sia in concerto sia in numerose registrazioni in disco, dalle giovanili incisioni per EMI (Sonata in si minore di Liszt, Sonata op. 106 “Hammerklavier” di Beethoven, Sonata op. 58 e Preludi op. 28 di Chopin) fino alla festeggiatissima integrale live delle 32 Sonate di Beethoven (Stradivarius), mentre con Giuseppe Sinopoli e la Staatskapelle di Dresda ha inciso per Teldec due capolavori del ‘900 come Pierrot lunaire di Arnold Schönberg e il Kammerkonzert di Alban Berg. Appassionato camerista, collabora regolarmente con artisti di grande prestigio: in duo con il violoncellista Mario Brunello ha inciso l’integrale dell’opera beethoveniana, le Sonate di Brahms, ed inoltre composizioni di Chopin, Schumann, Schubert e Lekeu; recentissima è l’incisione live della Fantasia Corale di Beethoven, con Fabio Luisi alla testa di Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino. Negli ultimi anni Lucchesini si è immerso con entusiasmo nel repertorio schubertiano, a partire dalla registrazione degli Improvvisi, in un cd AVIE Records accolto dal plauso della critica internazionale; è iniziata nel 2018 la collaborazione con l’etichetta tedesca AUDITE per la quale recentemente è uscito il disco “Dialogues” che vede l’interfacciarsi di musiche di Berio e Scarlatti, di Schubert e Widmann. Nell’arco di due anni Audite pubblicherà quattro dischi dedicati alle grandi Sonate di Schubert. Per BMG ha inciso il Concerto II “Echoing curves” di Luciano Berio sotto la direzione dell’Autore: questa registrazione segna una delle tappe fondamentali di una stretta collaborazione con Berio, accanto al quale Lucchesini vede nascere Sonata (l'ultimo ed impegnativo lavoro del compositore italiano per pianoforte solo), eseguita in prima mondiale nel 2001 e successivamente consegnata – con tutte le altre opere pianistiche di Berio - ad un disco AVIE Records divenuto rapidamente edizione di riferimento. Convinto che la trasmissione del sapere musicale alle giovani generazioni sia un dovere morale, Lucchesini si dedica con passione anche all’insegnamento, attualmente presso la Scuola di Musica di Fiesole, di cui è stato fino al 2016 direttore artistico. Tiene inoltre frequenti masterclass presso importanti istituzioni musicali italiane ed europee, tra cui il Mozarteum di Salisburgo, ed è frequentemente invitato nella giuria dei più importanti concorsi internazionali, oltre a far parte dal 2008 degli Accademici di Santa Cecilia. Nel 2017 ha ideato per gli Amici della Musica di Firenze il progetto artistico Fortissimissimo Firenze Festival, con l’obiettivo di dare spazio – anche attraverso nuove modalità organizzative - ai giovanissimi talenti italiani. Recentissima la sua nomina alla direzione artistica dell'Accademia Filarmonica Romana.

lunedì 28 ottobre - Sala Santa Cecilia Andrea Lucchesini pianoforte

Schumann Papillons op. 2 Carnaval op. 9 Tre Romanze op. 28 Fantasia op. 17

Biglietti da 18 a 38 € (Under30 sconto del 25%)

Botteghino Auditorium Parco della Musica - Roma Viale Pietro De Coubertin Infoline: tel. 068082058 Aperto tutti i giorni dalle ore 11 alle ore 20. Botteghino Via Vittoria 6 (adiacente Via del Corso, Roma) solo tramite carta di credito o bancomat - Orario luglio 2019 dal lunedì al venerdì ore 10-18. Call Center TicketOne Tel. 892.101 Prevendita telefonica con carta di credito

articolo pubblicato il: 25/10/2019

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy