periodico di politica e cultura 20 giugno 2019   |   anno XIX
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
abbiamo aggiornato la cookie policy e i collegamenti ad essa associati: cookie policy
archivio
Google

musica: all'Auditorium Parco della Musica di Roma

Joshua Weilerstein

Non è nuovo a questi accostamenti il giovane violinista e direttore statunitense Joshua Weilerstein che domenica 14 aprile (ore 18, Sala Santa Cecilia, Auditorium Parco della Musica) salirà per la prima volta sul podio di Santa Cecilia con un programma che lega tradizione, modernità e contemporaneità, ovvero, il Concerto per pianoforte n. 23 K488 di Mozart, la Sinfonia n. 5 di Beethoven e Con Brio di Jörg Widmann. Con Weilerstein sul palco, per la prima volta a Roma, anche il giovane pianista francese Lucas Debargue accompagnato dall’Orchestre de Chambre de Lausanne attiva dal 1942.

Tra il 1773 e il 1791 Mozart compose ventiquattro Concerti per pianoforte e orchestra, buon numero dei quali, oltre a rafforzare la sua fama di virtuoso della tastiera, sono entrati a far parte stabile del repertorio classico. Fra questi, alcuni spiccano però in modo particolare, come il Concerto in la maggiore K. 488, che contende a quello in re minore K. 466 - prediletto da Beethoven – il record del Concerto di Mozart più noto ed eseguito. Il K. 488 è caratterizzato da luminosità e vivacità strumentale distribuite in modo equilibrato, che si alternano a momenti intimi e poetici, con un continuo dialogo tra solista e orchestra. Il programma prevede anche la Quinta sinfonia di Beethoven, probabilmente l'incipit più noto della storia della musica. I primi appunti sulla Quinta risalgono a un periodo compreso tra il 1802 e il 1804 e già allora nella mente di Beethoven era chiaro il celebre attacco, anche se la Sinfonia fu poi completata nel 1808, eseguita la prima volta in un concerto, diretto dallo stesso autore, il 22 dicembre dello stesso anno al Teatro an der Wien, dove pubblico e critici non poterono mancare di esprimere ammirazione per la vivacità e l’energia che percorre l'opera e traspare sin dal tema iniziale. All'atto della pubblicazione la Sinfonia venne dedicata al principe Rasumovskij e a Lobkowitz, preziosi mecenati e amici del compositore. In apertura del concerto prima esecuzione a Santa Cecilia, di Con Brio, di Jörg Widmann, clarinettista e compositore tedesco tra i contemporanei più eseguiti al mondo.

Auditorium Parco della Musica - Sala Santa Cecilia Domenica 14 aprile ore 18

Orchestre de Chambre de Lausanne Joshua Weilerstein direttore Lucas Debargue pianoforte

Widmann Con brio Mozart Concerto per pianoforte n. 23 K488 Beethoven Sinfonia n. 5

Biglietti da 20 a 35 Euro I biglietti possono essere acquistati presso: Botteghino Auditorium Parco della Musica Viale Pietro De Coubertin Infoline: tel. 068082058 Botteghino Via Vittoria 6 (adiacente Via del Corso, Roma) solo tramite carta di credito o bancomat dal lunedì al venerdì ore 11-19, sabato dalle 11 alle 14 Prevendita telefonica con carta di credito: Call Center TicketOne Tel. 892.101

articolo pubblicato il: 13/04/2019

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy