periodico di politica e cultura 19 aprile 2019   |   anno XIX
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
abbiamo aggiornato la cookie policy e i collegamenti ad essa associati: cookie policy
archivio
Google

teatro: al Teatro Argot Studio di Roma

"Peppa pig extended"

nella stessa sezione:
Davide Carnevali e Fabrizio Martorelli portano in scena un progetto che vuole indagare il rapporto tra pedagogia e spettacolo e in particolare l’influenza che la televisione esercita sull’immaginario comune, infantile ma non solo. Questa versione di Peppa pig extended ha debuttato a novembre al festival 2030 di Bologna.

Come può un giovane padre single educare una bambina di quattro anni e mezzo quasi cinque, in questa società consumista? E come può un artista fare i soldi con il teatro? Un attore guadagna di più facendo cinema o lavorando all’Esselunga di viale Papiniano? Un viaggio che inizia raccontando gioie e dolori della (mal)educazione infantile per arrivare a un’amara riflessione sulla perdita del valore del gesto artistico nella nostra società. Quindi, una macelleria di persone e animali, di parole affilate come coltelli che tagliano una realtà grondante sangue, proponendo una satira nei confronti del nostro gusto contemporaneo: dalle mode di mercato a cui i nostri figli sono esposti, allo spettacolo come intrattenimento fine a se stesso, l’amore/odio nei confronti della televisione, della filosofia tedesca e dell’Esselunga di viale Papiniano, assurto a vero centro di nuova produzione delle risorse umane. L’io narrante protagonista di questo monologo, muovendosi tra Peppa Pig e le trasmissioni di Marzullo (Sottovoce però, non Applausi che è sfigata), passando dalle Pussy Riot a Vittorio Sgarbi, da Angelica Liddell a Linsday Lohan, arriverà a scoprire che solo dopo aver toccato il punto più basso della sua carriera potrà capire cosa significa davvero mettere in gioco se stesso, come attore e come individuo, facendo pensare, sì, ma anche facendo ridere. Perché non c’è miglior stimolo alla riflessione che il divertimento.

Teatro Argot Studio Via Natale Del Grande, 27 | 00153 Roma tel. 06/5898111 8 - 10 febbraio Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 20.30 domenica ore 17.30 Info e prenotazioni: info@teatroargotstudio.com www.teatroargotstudio.com

articolo pubblicato il: 01/02/2019

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy