periodico di politica e cultura 18 dicembre 2018   |   anno XVIII
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
abbiamo aggiornato la cookie policy e i collegamenti ad essa associati: cookie policy
archivio
Google

teatro: al Caos Teatro di Villaricca

"MisStake"

nella stessa sezione:
Il 13 e 14 ottobre (sabato ore 21 e domenica ore 19) al Caos Teatro di Villaricca andrà in scena MisStake, scritto, diretto e interpretato da Fabiana Fazio, con assistenti alla regia Angela Carrano e Giulia Musciacco, collaborazione ai movimenti di scena Maura Tarantino. Un monologo, soliloquio di parole e canzoni che partendo da Shakespeare, soprattutto dalla sua tragedia più famosa, Romeo e Giulietta, affronta il tema dell’amore e delle sue infinite possibilità.

Come spiega Fabiana Fazio «Prendendo la famosa frase della scena del balcone: “Romeo, Romeo, perché sei tu Romeo...” come incipit e provando a considerarla in tutte le sue declinazioni, partono un serie di riflessioni sull'amore. Quello con la A maiuscola (se davvero ne esiste uno). L'amore impossibile e perciò tanto voluto (“volere è potere, ma potere è volere?”), quello ostinato (“che amore non è, che cos'è?”), quello illusorio, quello ideale, quello sempre sognato (il mio Romeo), quello smarrito, l'amor perduto, nel tempo e nello spazio... (“Romeo, Romeo... perché sei tu Romeo? ... Io non so più come chiamarti per farti tornare, Amore. Mio”)».

MisStake è anche un modo per giocare con le parole, cominciando dal titolo dello spettacolo. Sempre Fabiana Fazio «MisStake, come mistake: sbaglio. To mistake: scambiare, confondere, travisare, fraintendere. MisStake, come Miss... reginetta, signorina. Come mistress... padrona, signora (del proprio destino?). MisStake, come miss- take: to miss - mancare il bersaglio, non riuscire, fallire, mancare e sentire la mancanza, non comprendere, perdere, non prendere ma anche però prendere – to take – accettare, portare, portare via, catturare, sopportare. Take come “attenzione!” - take care. Take come smontare, separare - take apart. Take come opinione, punto di vista. Take come registrazione, ripresa. Take come presa».

Sinossi
Giulietta e Romeo. Una Giulietta e un Romeo. Per una serie di sventurate coincidenze tutto finisce. L'amore. La vita. Il conflitto, infine. Per una serie di stupidi errori. What a mistake! Tutto va come deve andare perché sia la tragedia che deve essere. E se non fosse andata così? In che altro modo sarebbe andata? La tragedia è tragedia perché non può andare altrimenti. Qualsiasi cosa si faccia. Una Giulietta. Un Romeo. Essere in un non luogo a ripetersi sempre la stessa frase. Continuare nelle stesse azioni, lo stesso dire. Perpetuamente. O anche. Tornare indietro. Riformulare le domande. Farsi la domanda giusta, se la si trova, provare con altre risposte, magari. Non trovarne. Più. Continuare in eterno. Sempre uguale nel tempo.

MisStake scritto, diretto e interpretato da Fabiana Fazio assistenti alla regia Giulia Musciacco, Angela Carrano collaborazione ai movimenti di scena Maura Tarantino

Info e prenotazioni: Caos Teatro Via Della Libertà – 412C – 80010 – Villaricca (NA) 328 456 6017 - info@caosteatro.com Giorni e orari: sabato 13 ottobre ore 21 e domenica 14 ottobre ore 19

articolo pubblicato il: 07/10/2018

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy