periodico di politica e cultura 18 dicembre 2018   |   anno XVIII
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
abbiamo aggiornato la cookie policy e i collegamenti ad essa associati: cookie policy
archivio
Google

teatro: al Teatro Galleria Toledo di Napoli

"Bianca come i finocchi in insalata"

nella stessa sezione:
Stazioni d’Emergenza – X edizione Teatro Galleria Toledo di Napoli 15 – 16 ottobre 2018 - h. 20.30

Bianca come i finocchi in insalata

scritto e diretto da Silvia Marchetti con Andrea Ramosi Organizzazione Theatron 2.0

una produzione Compagnia del Calzino

Debutto regionale Lunedì 15 Ottobre al Teatro Galleria Toledo di Napoli per Bianca come i finocchi in insalata, scritto e diretto da Silvia Marchetti e con Andrea Ramosi. Lo spettacolo della compagnia bolognese, già semifinalista In-box 2018 e selezionato dal Teatro Stabile di Torino durante l'edizione 2018 del Torino Fringe Festival, è rientrato nella X edizione Stazioni d’Emergenza per nuove creatività del Teatro Galleria Toledo e andrà in scena il 15 e il 16 Ottobre.

Bianca, scialba maestra elementare, non più giovane, né ricca né bella, vive una passione tardiva con Antonino, il preside della scuola. Una improbabile rivincita amorosa che tra entusiasmi e farfalle nello stomaco sembra farla sentire di nuovo viva e felice. Una condizione che si rivela però ingannevole (l’amante latita, gli alunni le mancano di rispetto, il disagio la tormenta) sin dalle prime battute del testo. Bianca come i finocchi in insalata è un divertente eppure tragico monologo sulla solitudine scritto e diretto da Silvia Marchetti e interpretato “en travesti” da Andrea Ramosi. Un testo che strizza l’occhio alle migliori pagine di Bennett, Cocteau, Ruccello. Un «dialogo di cui si sente solo una parte» lo definisce l’autrice: l’unica voce che si ascolta è infatti quella di Bianca, impegnata in un incessante quanto vano blaterare sulle mancanze dell’amante, sui torti subiti dalla famiglia, dagli alunni svogliati, dal mondo ostile. Strampalata e banale, confusa e dispotica, sottomessa e intransigente, materna e spietata, donna e non solo, Bianca «è saltuariamente docile e arrendevole ma capace di coltivare odio e risentimento che la corrodono dall’interno». Sempre sull’orlo di una crisi di nervi e dello sdoppiamento di personalità, è l’emblema degli abusi «che siamo capaci di infliggere a noi stessi e alla nostra natura, mediante rinunce, compromessi, appagamenti fasulli».

Biglietti posto unico € 10 Biglietteria 081.425037 / 081.425824 segreteria.galleriatoledo@gmail.com

articolo pubblicato il: 05/10/2018

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy