LaFolla.it - "Al riaffiorar dei ricordi"
periodico di politica e cultura 16 agosto 2018   |   anno XVIII
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
abbiamo aggiornato la cookie policy e i collegamenti ad essa associati: cookie policy
archivio
Google

libri: Giovanni Scribano

"Al riaffiorar dei ricordi"

È uscito per i tipi di Guido Miano Editore di Milano, l’ultima raccolta di liriche dello scrittore Giovanni Scribano, nella nuova Collana Parallelismo delle arti.

Dalla stagione del simbolismo, che non ha ancora cessato oggi di influenzare e sollecitare tanta parte della letteratura e dell’arte contemporanea, il sodalizio tra artisti e poeti si è puntualmente ripetuto in vari momenti delle “avanguardie” storiche, in cui l’incidenza del messaggio scritto del poeta coagulava gli intenti artistici e l’immagine visiva ne rivelava nel linguaggio formale le più profonde significazioni.

Ma fino a che punto la presenza di un testo poetico può incidere sull’atteggiamento di un artista e viceversa, su parallele e concomitanti fonti di ispirazioni ? Se da una parte sono chiari i limiti di concasualità, in quanto ogni artista e poeta rimane fedele a se stesso, dall’altra non si può ignora- re quanto la letteratura del passato e contemporanea abbia sollecitato e illuminato le motivazioni di tanta ispirazione artistica e letteraria.

L’accostamento analogico tra letteratura e pittura è infatti una costante della cultura occidentale, variamente interpretato da ogni epoca e tradizione nazionale in re- lazione ai vari contesti artistici e letterari.

Letteratura e arte per vari de- cenni sono stati protagonisti di forme di sperimentalismo come provocazione, di sterili avanguar- die, distruggendo quei parametri di classicità che hanno tanto contribuito alla formazione di una fratellanza in nome dell’arte e che si fa comunità di intenti.

La progettualità della Collana Parallelismo delle Arti nella Letteratura e arte italiana contemporanea, è quello di rafforzare la condivisione di comuni intenti, dove le tematiche dell’autore trattato sono messe a nudo e in parallelo alla fonte di ispirazione dell’artista: il tema dell’amore, della natura, del dolore, della ma- ternità, i temi degli affetti familiari così cari a tanta poesia..

I volumi della collana sono corroborati dalle immagini di un artista e che in connubio con le prevalenti fonti tematiche dell’autore assurgono a ciò che Kandinsky avrebbe poi definito “lo spirituale nell’arte”.

La proposta che viene fatta è quella di accostare a un gruppo di autori con una scelta di loro testi più significativi, le tematiche e le fonti di ispirazioni parallele di un altrettanto gruppo di artisti contemporanei e che non ha la pretesa di istitui- re in modo accademico un parallelismo estetico né raffronti linguistici, ma un’ipotesi di chiave di lettura simultanea affidata alla sensibilità del lettore. I primi due volumi Al riaffiorar dei ricordi, e Colloquio d’amore, dedicati a Gio- vanni Scribano sono esempi lampanti di condivisione dei valori universali dell’arte, una sorta di rafforzamento dei legami e corrispondenze tra arte figurati- va e letteratura. Tra i vari esempi di accostamento all’interno dei due volumi si comprende appieno il rapporto della lirica Amore materno di Giovanni Scribano alla scultura in legno Maternità dell’artista Giovanni Blandino, dove la dolcezza delle forme scultoree si sposano perfettamente alle parole di devozione materna del nostro poeta; il senso del mistero della Natura nella lirica Capriccio di prima- vera accostata al delizioso Paesaggio meridionale di Franco Ruggiero dove l’artista canta la natura nei suoi particolari, canta immagini consuete, sa elettriz- zare la parola pittorica, sa caricarla di freschezza e genuinità.

E ancora la scultura di Nicola Sebastio Resurrezione si amalgama con la lirica Le preghiere e il mistero dell’amore si incarna perfettamente nella lirica Canto d’amore accostata alla scultura in legno Paolo e Francesca di Giovanni Conservo, scultore sici- liano di fama internazionale. La poesia Levità con il suo mistero del mare affiancata al quadro Lidi Veneziani del pittore Angelo Tenan.

Sono alcuni esempi di accostamenti: la condivisione degli stessi temi ispiratori per il poeta e l’artista possono dare una risposta al profondo significato della libertà creativa in nome di un nuovo umanesimo di tipo rinascimentale dove la creatività dell’uomo, li- bera da condizionamenti, diventa vera protagonista di una nuova dimensione.

E’ prevista una maggiore diffusione e fruibilità anche a livello europeo dei volumi della Collana, presso centri, Istituti di cultura, Biblioteche e Università estere sempre at- tente ai nuovi progetti editoriali più consoni a una visione unitaria e di fratellanza dei popoli.

articolo pubblicato il: 02/08/2018

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy