periodico di politica e cultura 19 settembre 2018   |   anno XVIII
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
abbiamo aggiornato la cookie policy e i collegamenti ad essa associati: cookie policy
archivio
Google

spettacolo: XXIII edizione

"Lo spettacolo della montagna "

Lo spettacolo della montagna 2018 XXIII Edizione > 2 luglio > 12 agosto 2018 Luoghi del festival 2018 Torino, Caprie, Chianocco, San Didero, Bussoleno (Borgata Argiassera), San Giorio (Borgata Adrit), Chiomonte, Oulx, Parco Orsiera Rocciavrè

a cura di Onda teatro Direzione Artistica Bobo Nigrone

con il contributo di Ministero dei Beni e della Attività Culturali e del Turismo Regione Piemonte Fondazione CRT Comune di Caprie Comune di Chianocco Comune di Chiomonte Comune di San Didero Comune di San Giorio Comune di Oulx Comune di Bussoleno CAI – UGET Sez. Bussoleno Ente di Gestione dei Parchi delle Alpi Cozie con il sostegno di SMAT S.p.a. ACSEL S.p.a. con il patrocinio di Città di Torino Consiglio Regionale del Piemonte UNCEM Piemonte in collaborazione con Fondazione Piemonte dal Vivo e con Museo Nazionale della Montagna “Duca degli Abruzzi” – CAI – Torino Dislivelli Casa Del Teatro Ragazzi e Giovani

La XXIII edizione de Lo Spettacolo della Montagna affianca eventi e spettacoli di differenti linguaggi artistici a narrazioni teatrali sui temi della montagna, dell’ambiente, della memoria storica e dell’educazione alla cittadinanza.

Una rassegna itinerante, che ha il suo cuore pulsante in Val di Susa, per riscoprire borgate e cortili, piazze e giardini, luoghi di rilevante interesse storico, paesaggistico e architettonico. La prima manifestazione che, ininterrottamente, dal 1996, accende ogni hanno i riflettori sulle nostre montagne per coinvolgere ed emozionare il pubblico in un’esperienza che va oltre la visione di uno spettacolo e diventa occasione d’incontro intergenerazionale, di riflessione e di convivio.

La montagna è stata uno dei teatri più sanguinosi della Prima Guerra Mondale. Un luogo stravolto, ferito e solcato dalla follia del genere umano. In tempo di pace, la montagna è stata ed è ancora inerme di fronte a catastrofi naturali o a disastri ambientali causati dall’uomo. Come racconta Jean Giono nel libro L'uomo che piantava gli alberi “gli uomini potrebbero essere altrettanto efficaci di Dio in altri campi oltre la distruzione”. La fragilità della montagna di fronte a questi eventi, la debolezza sociale, economica e culturale si confrontano con la forza, la bellezza e la vitalità delle terre alte, con il fascino dell’ambiente incontaminato e delle cime estreme, con la scommessa di una rigenerazione e di un cambiamento in senso positivo di cui si colgono i segni nelle comunità che, nelle nostre montagne, hanno radici robuste e profonde.

In questa cornice e tra le pieghe di queste contraddizioni, il Festival di quest’anno, propone spettacoli teatrali, eventi di cinema, musica e letteratura, incontri e passeggiate nei boschi, con la consapevolezza che la cultura è un potente mezzo di comunicazione e di crescita.

Le località che ospitano Lo Spettacolo della Montagna si distinguono da sempre per le bellezze naturali, storiche e architettoniche e per la storia che evocano: i centri storici di Oulx, Chiomonte e Caprie; la Casaforte di San Didero; la Casaforte di Chianocco; le borgate Adrit di San Giorio e Argiassera di Bussoleno; il territorio del Parco Naturale Orsiera Rocciavré; la Certosa di Montebenedetto.

Lunedì 2 luglio si parte come di consueto dal MUSEO NAZIONALE DELLA MONTAGNA CAI TORINO alle ore 21.00 IL FUOCO E IL GELO La montagna tra forza e fragilità, Enrico Camanni presenta i suoi testi con la collaborazione Bobo Nigrone, Silvia Elena Montagnini A seguire Montagne di gusto Brindisi inaugurale della XXIII edizione e alle ore 22.00 Scemi di Guerra – la follia delle trincee, regia di Enrico Verra, introdotto da Marco Ribetti.

Sabato 7 luglio primo appuntamento in Val Di Susa a CAPRIE – Piazza San Rocco ore 21.30, un progetto di Alessandro Anderloni, Raffaella Benetti e Thomas Sinigaglia, una narrazione teatrale accompagnata dalla musica, un percorso dalle canzoni d’autore italiane ai canti per il teatro di Bertolt Brecht e Kurt Weill ai classici del canto di montagna. LA GRANDE GUERRA MESCHINA è un viaggio negli orrori e nell’assurdità della Guerra senza censura, che svela l’altra faccia della medaglia. In caso di pioggia lo spettacolo si terrà presso il centro La Sosta

Sabato 14 luglio a SAN GIORIO – Borgata Adrit ore 21.30 Il Mutamento Zona Castalia porta in scena ALBA DELL’ORRIDO DI ELVA seconda tappa del progetto ROSAGUERRA. L’eroismo al femminile tra le due guerre, drammaturgia e regia di Giordano V. Amato, con Eliana Cantone. La giovane Alba, nata a Elva, tra le montagne della Val Maira, attraversa da adolescente la prima guerra mondiale. Ormai donna lascia le montagne per realizzare il suo sogno di diventare maestra; come dote porta con sé il segreto della guerra partigiana, della quale è partecipante attiva. In caso di pioggia lo spettacolo si terrà presso il Centro Polivalente Primo dei tre appuntamenti nel territorio del Parco Orsiera Rocciavrè domenica 15 luglio ore 16.00 partenza dal Forte Pampalù a Mompantero. Una passeggiata teatrale curata da Onda Teatro con Marta Barattia, accompagnati dalle parole del libro L'UOMO CHE PIANTAVA GLI ALBERI di Jean Giono. Un itinerario tra i boschi devastati dall'incendio dell'ottobre 2017 evocando le passeggiate in Provenza e l'incontro con un pastore solitario e tranquillo. Una parabola sul rapporto uomo-natura, una storia esemplare che racconta "come gli uomini potrebbero essere altrettanto efficaci di Dio in altri campi oltre la distruzione". In caso di pioggia l'evento si terrà presso il Rifugio La Riposa

Venerdì 20 luglio a CHIANOCCO – Casaforte ore 21.30 il Cineteatro di Onda Teatro ricorda la Legge Basaglia 40 anni dopo in un excursus attraverso immagini storiche, film, parole e suoni per rievocare quegli anni di lotta e libertà ritrovata. 13 marzo 1978 Liberi tutti!con Mariapaola Pierini e Silvia Elena Montagnini. A seguire Montagne di gusto degustazione di prodotti della Valle di Susa.

Sabato 21 luglio a BUSSOLENO - Borgata Argiassera ore 21.30 Lorenza Zambon, Casa Degli Alfieri / Teatro Natura porta in scena 94 PASSI IN GIARDINO. Questo spettacolo parla di un giardino molto amato e delle mille cose che vi accadono. Si incontrano esseri, si sfiora l’intelligenza delle piante e l’enorme potere dei lombrichi , si superano confini, si percorrono i passi che portano all’intimità con il luogo. In caso di pioggia lo spettacolo si terrà presso il Centro Polifunzionale

Domenica 22 luglio seconda passeggiata teatrale nel territorio del Parco Orsiera Rocciavrè, in Val Sangone. Si parte alle ore 16.00 da Borgata Tonda, Coazze con Giulia Rabozzi (Onda Teatro) e Maria Clara Restivo. DUE PASSI ALTROVE è un itinerario che nasce da una progettazione e creazione in situ per scoprire la meraviglia dei luoghi vicini e lontani, per soffermarsi sulle piccole cose, assaporare tempi e spazi. Una giovane autrice e una giovane attrice si confrontano con la Val Di Susa dopo la felice esperienza del progetto Due Passi in Molise, sostenuto da Fuorirotta nel 2015 e raccontato nel libro La Strada da fare (Neo Edizioni). In caso di pioggia l'evento si terrà presso l'Ecomuseo di Coazze

Sabato 28 luglio a SAN DIDERO – Casaforte ore 21.30 Mario Perrotta presenta MILITE IGNOTO – QUINDICIDICIOTTO (FINALISTA AL PREMIO UBU 2015 COME MIGLIORE NOVITÀ ITALIANA O RICERCA DRAMMATURGICA). “Milite Ignoto” racconta il primo, vero momento di unità nazionale. È, infatti, nelle trincee di sangue e fango che gli “italiani” si sono conosciuti e ritrovati vicini per la prima volta: veneti e sardi, piemontesi e siciliani, pugliesi e lombardi accomunati dalla paura e dallo spaesamento per quell’evento più grande di loro. A seguire Montagne di gusto, degustazione di prodotti della Valle di Susa. In caso di pioggia lo spettacolo si terrà presso la struttura di Piazza Europa.

Venerdì 3 agosto a OULX – Parco Comunale JARDIN D’LA TOUR dalle 18.00 alle 20.00 apertura straordinaria della Torre Delfinale e alle ore 21.30 3Chefs Trio Comedy Clown con L'ULTIMA CENA. Claudio Cremonesi, Stefano Locati e Alessandro Vallin dopo essere stati i clown protagonisti dello spettacolo centrale di MilanoExpo2015, prodotto dal Cirque du Soleil “Allavita!” decidono di continuare il sodalizio nato su quel palco prestigioso, creando i “3Chefs”. Al di là di stelle e cucchiai d’argento il loro scopo è arrivare all’essenza del sapore, è trovare l’ingrediente fondamentale per deliziare i palati più raffinati: la comicità, linfa per il corpo e per la mente, prelibato cibo dell’anima. In caso di pioggia lo spettacolo si terrà presso l'Auditorium Des Ambrois.

Sabato 4 agosto a CHIOMONTE – Giardini Levis ore 21.30 con Pop Economix e lo spettacolo BLUE REVOLUTION. L'ECONOMIA AI TEMPI DELL'USA E GETTA. Attraverso un linguaggio narrativo che mescola vivace ironia, rigorosa obiettività e appassionato desiderio di un futuro sostenibile, Blue revolution apre una finestra sui mali, ma anche sui rimedi per il nostro mondo. E consegna a tutti noi la possibilità di cambiarlo in meglio. In scena Alberto Pagliarino. In caso di pioggia lo spettacolo si terrà presso la cappella Santa Caterina

Sabato 11 agosto a OULX – Parco Comunale JARDIN D’LA TOUR dalle 18.00 alle 20.00 apertura straordinaria della Torre Delfinale e alle ore 21.30 un evento speciale, la BANDA OSIRIS torna al festival con Le Dolenti Note. Prendendo spunto dall’omonimo libro (“Le Dolenti Note”), la Banda Osiris trasforma le pagine scritte in un viaggio musical-teatrale ai confini della realtà. Con l’abilità mimica, strumentale e canora che li contraddistingue, i quattro protagonisti si divertono con ironia a elargire provocatori consigli: dal perché è meglio evitare di diventare musicisti a come dissuadere i bambini ad avvicinarsi alla musica, da quali siano gli strumenti musicali da non suonare a come eliminare i musicisti più insopportabili. Attraverso musica composta e scomposta, musica da camera e da balcone, Beatles e Vasco Rossi, la Banda Osiris tratteggia il ritratto impietoso della figura del musicista: presuntuoso, permaloso, sfortunato, odiato, e, raramente, amato. In caso di pioggia lo spettacolo si terrà presso l'Auditorium Des Ambrois

Ultimo appuntamento al Parco Orsiera Rocciavrè per scoprire la Certosa di Montebenedetto, domenica 12 agosto, ore 16.00 con Silvia Elena Montagnini ed Elisa Fighera (violino): STORIE ATTORNO ALLA CERTOSA. Camminare è il nostro movimento più naturale, quello che ci fa sentire interi e vivi, che ci dà il senso della scoperta. Un percorso a piedi per raccontare storie e leggende accompagnati da musica dal vivo. In caso di pioggia l'evento si terrà all'interno della Certosa di Montebenedetto

L’ingresso a tutti gli appuntamenti del festival è libero

articolo pubblicato il: 24/06/2018

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy