LaFolla.it - stampa "responsabile"
periodico di politica e cultura 17 agosto 2018   |   anno XVIII
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
abbiamo aggiornato la cookie policy e i collegamenti ad essa associati: cookie policy
archivio
Google

politica estera

stampa "responsabile"

di T. Da Malacerna


nella stessa sezione:
Il governo di Maduro in Venezuela impedisce in tutti i modi che la stampa indipendente possa esercitare la sua funzione critica. Ad essere controllate, soprattutto, sono le edizioni online dei pochi giornali critici nei confronti del regime, ma anche i privati cittadini che osano lamentarsi sui social network delle proprie condizioni di vita.

A questo proposito il Presidente Maduro ha emanato la cosiddetta “Legge Anti Odio” che permette alle autorità del Paese sudamericano di perseguire ogni minima critica al proprio operato. L’ultimo giornale a cadere sotto la scure della legge è stato El Nacional, il principale tra i pochissimi organi di stampa che ancora tentano di far sentire la propria voce.

L’attività sanzionatoria, attuata tramite la CONATEL, l’ente governativo che sovrintende le comunicazioni, si è diretta contro El Nacional Web, testata molto seguita da coloro che non comprano più i giornali cartacei. Il giornale aveva osato riprendere le condanne che gli Stati Uniti, l’Unione Europea, il G7 ed il Gruppo di Lima avevano mosso alle recenti elezioni che hanno riconfermato Maduro alla Presidenza.

L’articolo 14 della Legge Anti Odio è strutturato come altri simili in altri Paesi del mondo, prevedendo la rimozione dal Web di messaggi che “incitino all’odio nazionale, razziale, etnico, religioso, politico, sociale, ideologico, di genere, orientamento sessuale, identità di genere, espressione di genere e di qualsiasi altra natura che costituisca incitamento alla discriminazione, l’intolleranza o la violenza”.

Al di là delle belle parole, nei fatti si tratta di una legge che impedisce ogni sia pur minima opposizione alle politiche governative. Addirittura è stato censurata la versione online di un giornale a diffusione regionale che aveva ospitato una velata critica alle allucinanti condizioni di vita dei venezuelani da parte di esponenti del Partito Comunista, una formazione che ha appoggiato Maduro nelle recenti elezioni.

articolo pubblicato il: 26/05/2018 ultima modifica: 07/06/2018

La Folla del XXI Secolo - periodico di politica e cultura
direttori: A. Degli Abeti e G.V.R. Martinelli - grafica e layout: G. M. Martinelli
fondato il 1/12/01 - reg. Trib. di Roma n 559/02 - tutte le collaborazioni sono a titolo gratuito
cookie policy