torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Evviva BusciĆ²"

al Teatro Belli di Roma


Per la prima volta in italia Dal 14 al 26 Gennaio 2014 TEATRO BELLI di Antonio Salines Piazza Sant'Apollonia 11/A 00153 Roma

Evviva Busciò

Di J. Dell e G. Sibleyras Traduzione e adattamento Nino Marino REGIA Àlida Mancini MUSICHE AIUTO REGIA SCENE Pino Perris Fabrizio Catarci Lorenzo Zapelloni

PERSONAGGI E INTERPRETI
GIACOMO - Sindaco di Busciò ... Andrea Rizzoli
NICOLA - Fratello di Giacomo ... Simone Tuttobene
CAMILLA - Segretaria di Giacomo ... Àlida Mancini
J.MICHEL ESPOSITO' - Funzionario della Comunità Europea ... Mimmo Ruggiero

Busciò è un piccolo villaggio spopolato, sperduto, dimenticato dal mondo, che sembra vivere in un'altra dimensione, dove gli abitanti usano l'unica cabina telefonica come sala polivalente. Per salvare Busciò dal degrado e dall'abbandono, il Sindaco si avvale da anni in modo fraudolento delle sovvenzioni europee, aiutato dalla sua fedele segretaria, che si ritrova a capo di una piantagione di banane di 200 ettari, e da suo fratello, che per mantenere la scuola aperta, malgrado la mancanza di alunni, si ritrova in prima media a 40 anni... Tutto sembra andare per il meglio fino ad un inaspettato arrivo: un funzionario inviato da Bruxelles! Per evitare la colossale multa e la prigione, il Sindaco proclama l'Indipendenza dei Buscioti e crea uno "Stato Busciò" !

Testo del collaudato duo Dell/Sibleyras (premio Molière 2003 per "Un piccolo gioco senza conseguenze" ) che, dopo le commedie di costume agro-dolci, cambiano registro per dedicarsi alla satira demenziale con uno spettacolo tutto da godere. Replicato ininterrottamente in tutta la Francia e, negli ultimi due anni, a Ginevra. Nel 2010 è diventato un film a puntate per la televisione francese.

Un gioiello di umorismo, uno spettacolo di grande ritmo, intenzioni nette, effetti comici altamente efficaci per una storia folle, divertente; una storia a tratti inquietante per la sorprendente attualità.

articolo pubblicato il: 11/01/2014

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it