torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

attualità scientifica
batteri produttori di combustibile

La meta' del combustibile per macchine a motore potrebbe essere rimpiazzata con etanolo ottenuto a partire da coltivazioni agricole e scarti delle foreste, come sostiene un ricercatore che ha sviluppato un metodo batterico per convertire la biomassa ed altri residiui agricoli in combustibile.

Lonnie Ingram, dell'Istituto di Scienze Alimentari ed Agricole dell'Universita' della Florida, e' convinto che sia possibile ridurre la dipendenza che gli Stati Uniti ed altre nazioni hanno nei confronti dell'importazione del petrolio e diminuire il prezzo del combustibile per le macchine a motore unendo la benzina all'etanolo.

Quest'ultimo e' prodotto dal batterio E. Coli a partire da gambi di pannocchie e foglie. L'etanolo puo' aumentare le riserve di combustibile di un paese e far si' che che la benzina bruci meglio. Il mix dei due composti, inoltre, aumenta gli ottani della benzina. Il batterio modificato geneticamente e' in grado di convertire in etanolo tutti gli zuccheri contenuti, ad esmpio, nelle pareti cellulari di canna da zucchero, legno e altri materialli organici. Questa innovativa tecnologia sta per essere lanciata nel mercato con l'appoggio del Dipartimento di Energia degli Stati Uniti (DOE).

Fino ad oggi, tutto l'etanolo e' stato prodotto utilizzando costosi materiali come l'amido di mais o la melassa della canna da zucchero. Secondo uno studio recente del DOE, piu' di mille milioni di tonnellate di biomassa possono essere prodotte ogni anno da resti agricoli. Convertendo queste tonnellate in etanolo, si puo' rimpiazzare la meta' di tutto il petrolio importato negli Stati Uniti.

E' gia' stato firmato un progetto per la realizzazione, entro il 2006, di un impianto in Louisiana, per produrre circa cento milioni di litri di etanolo.

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it