torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
un dono poco gradito

Il presidente della Repubblica austriaca, Thomas Klestil, ha ricevuto in dono sei purosangue arabi di alta genealogia, nonche' due dromedari, dal monarca saudita Fahd. Il dono ha creato grossi problemi, in quanto il presidente austriaco e' costretto a spendere di tasca propria circa 500 euro mensili a cavallo di mantenimento. Non solo, essendosi ammalati due cavalli, la corte saudita ha promesso di inviarne due suppletivi, nonche' altri due dromedari, una promessa non molto gradita da Klestil, gia' oberato dal robusto assegno di mantenimento che versa mensilmente alla ex moglie Edith.

Tutto ebbe inizio quando l'attuale moglie Margot manifesto' il suo amore per i quadrupedi nel corso di un viaggio ufficiale in Arabia. Secondo la rivista Format, da quando il presidente, per non rischiare un incidente diplomatico, deve pagare robuste rette all'ippodromo Freidenau e ad una clinica veterinaria, i suoi proventi non bastano piu' e si sta indebitando.

La speranza di Klestil e' che gli ulteriori quattro quadrupedi non possano raggiungere l'Austria, stante una recente disposizione restrittiva dell'Unione Europea sull'importazione di equini dall'Arabia Saudita, a causa di affezioni epizootiche in atto.

La seconda speranza e' data da una presa di posizione di Theo Oehlinger, esimio professore di diritto costituzionale. Il professore ha affermato che regali di grande valore commerciale debbano essere considerati di proprieta' dello Stato.

In questo caso l'onere del mantenimento passerebbe dalla Repubblica austriaca, restando al presidente solo il diritto di utilizzo.

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it