torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

speciale storia dell'Aviazione
i fratelli Wright - dagli albori alla Grande Guerra
di Sergio Gigliati

Agli inizi del secolo scorso sono i dirigibili i padroni incontrastati dell'aria. A bordo di quest'ultimi i primi cineasti immortalano con le loro cineprese la terra dall'alto, solcando le nuvole e riportando a terra immagini inedite e spettacolari che affascinano l'immaginario collettivo. Sono gli anni del cosiddetto modernismo, anni in cui, tra l'elettricita' e l'automobile comincia a far capolino il sogno di Icaro: e' l'inizio di una sfida all'impossibile.

Sono proprio due costruttori americani di biciclette, i fratelli Wright, che porteranno in volo per la prima volta un mezzo a motore piu' pesante dell'aria.

E' il 17 dicembre 1903, esattamente 100 anni fa. Sono le ore 10.35 di un normalissimo e ventilato giovedi' che entrera' di diritto nella storia dell'umanita'. Nella Carolina del nord, sulla spiaggia di Kitty Hawk, Wilbur Wright avvia il motore a scoppio da 4 cilindri 16 CV di un piccolo biplano pesante poco piu' di 300 kg: il Flyer. Il veicolo e' trattenuto da un cavo che viene rilasciato dal fratello ed il mezzo comincia a muoversi su pattini che scorrono su di una guida in legno; sono attimi decisivi ed il sogno comincia a divenire realta': l'aereo si innalza per 12 sec. nell'aria con un vento contrario di 40 nodi toccando il suolo dopo 32 metri.

Quel 17 dicembre 1903 i fratelli Wright compirono altri quattro tentativi di volo: nell'ultimo il Flyer si librera' nel cielo per 59 secondi percorrendo una distanza complessiva di circa 178 metri ad una velocita' media di 31 miglia. Saranno proprio questi 178 metri che cambieranno il corso della storia: sono gli albori dell'aviazione, anche se il New York Times dell'epoca sentenzio' che " per almeno altri 1000 anni l'uomo non volera' ".

Wilbur Wright ( Millville, Indiana 1867 - Dayton, Ohio 1912) e Orville Wright (Dayton, Ohio 1871 - 1948) erano inventori e costruttori che manifestarono, fin dall'infanzia ed in particolar modo Wilbur, un grande interesse per la meccanica. Nel 1889 li troviamo editori di un giornale diretto da Wilbur, il "West Side News", pubblicato con una macchina da stampa da loro costruita. Nel 1892 aprirono un negozio per la riparazione di biciclette con annessa una sala esposizioni dando inizio ad una serie di diversi veicoli a due ruote costruiti utilizzando utensili speciali di loro progettazione. Estremamente interessati agli studi sulla dinamica del volo, i fratelli progettarono e realizzarono nel 1900 un primo aliante che sperimentarono sempre nei pressi della spiaggia di Kitty Hawk, a Kill Devil Hills.

Proseguendo gli studi sul volo e sugli effetti della pressione dell'aria, diedero il via ad una serie di miglioramenti sulle superfici alari effettuando nei primi anni del 1900 oltre 1000 voli. Cio' gli consentira ' di effettuare approfonditi studi sulla stabilita' e la manovrabilita' del mezzo aereo. E' del 1901, ad opera di Orville, la progettazione della prima galleria aerodinamica.

Wilbur e Orville lavorarono molto duramente, senza pubblicizzare molto cosa stessero facendo. Dopo la storica impresa del 17 dicembre 1903 continuarono ad essere le persone di sempre. Ci volle del tempo perche' si venisse a conoscenza di cio' che avevano fatto e dell'importanza di quel primo volo.
Continua

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it