torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

attualità scientifica
il pianeta nero

lo strano caso di TrES-2b


Il pianeta più oscuro tra quelli conosciuti è stato da poco scoperto. TrES-2b, distante settecentocinquanta anni luce da noi, è un mondo gigante gassoso, sul tipo di Giove.

Le misurazioni indicano che TrES-2b è coniderabilmente meno riflettente della pittura acrilica nera. TrES- 2b riflette meno dell'un per cento della luce che riceve dalla sua stella, la qual cosa lo rende più nero del carbone e di qualsiasi altro pianeta o satellite fino ad oggi conosciuti.

Le misurazioni sono state effettuate dall'équipe di David Spiegel dell'Università di Princeton e da David Kipping del centro astrofisico gestito congiuntamente dall'Università di Harvard e dallo Smithsonian Institute.

Giove è contornato da nubi di ammoniaca che riflettono un terzo della luce solare, mentre è molto diverso il caso di TrES-2b, privo di nuvole rifrangenti a causa dell'altissima temperatura del pianeta.

TrES-2b orbita intorno alla sua stella alla distanza di cinque milioni di chilometri e l'intensa radiazione riscalda il pianeta oltre i mille gradi centigradi, una temperatura troppo elevata per permettere l'esistenza di nubi di ammoniaca come intorno a Giove.

L'esotica atmosfera di TrES-2b contiene inoltre sostanze con buona capacità di assorbimento della luce, come sodio, potassio ed ossido di titanio, tutti allo stato gassoso. Nessuna di queste sostanze può comunque giustificare l'assoluta oscurità del pianeta, salvo un leggero barlume rosso dovuto all'alta temperatura, né ancora la scienza è in grado di dare una spiegazione certa.

Si reputa che TrES-2b ruoti intorno alla sua stella come la Luna lo fa con La Terra, vale a dire che una sola faccia del pianeta è sempre orientata verso la stella, con un giorno perpetuo, mente nell'altra faccia è sempre notte.

articolo pubblicato il: 22/08/2011

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it