torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

libri
"L'ultima passeggiata"

di Gabriella Guidi Gambino


Gabriella Guidi Gambino, scrittrice, poetessa e giornalista romana, ha incontrato i lettori in via Vittoria Colonna a Roma, per presentare il suo nuovo romanzo L'Ultima passeggiata, Mursia.

I personaggi e le situazioni del libro tratto dal delitto romano del lungotevere Marzio del 1918, hanno preso vita all'interno del salone delle feste di Palazzo Cortese, nel cuore di Roma.

Gli ospiti sono stati introdotti nell'atmosfera dell'intrigante noir psicologico attraverso immagini della Roma anni Venti, che li hanno accompagnati all'interno di una suggestiva ricostruzione interattiva di luoghi e personaggi del romanzo. Per la prima volta lo spazio-tempo romanzesco si aprirà al pubblico, in una dimensione sospesa tra passato e presente. Un vivido affresco dell'Italia prima e dopo la Grande Guerra, della Roma vivace e godereccia degli anni Dieci e della città sconvolta del decennio successivo, sullo sfondo del quale si giocano le sorti dei personaggi de L'Ultima passeggiata.

L'evento ha coinvolto attivamente lo spettatore, guidato lungo un percorso attraverso le pagine del libro, in un viaggio che lo ha messo faccia a faccia con volti, passioni, atmosfere del delitto romano, tenendo in serbo per lui scioccanti colpi di scena. Come la giovane investigatrice del romanzo, è stato chiamato a ricostruire la storia tassello per tassello, inseguendo una verità che quanto più sembra a portata di mano, tanto più si rivela inarrivabile.

Gabriella Guidi Gambino ha raccontato la genesi de L'Ultima passeggiata, il percorso che l'ha portata alla scelta del giallo di cronaca, una storia lontana nel tempo e che tuttavia chiama in causa le eterne passioni dell'animo umano. Cosa abbia significato affondare la penna in una storia così oscura, nella violenza, nel male e al contempo come questo l'abbia portata oltre l'orizzonte della vicenda, alla ricerca di un sentimento di purezza e innocenza.

Accanto all'autrice sono intervenuti Cinzia Tani e Paola Gelsomino, esperte delle dinamiche del delitto e del comportamento umano nel sociale, che, guidate dall'inchiesta di Guido Zaccagnini, hanno condotto un'analisi volta a svelare i meccanismi nascosti che muovono il dramma della giovane Beatrice Cortese.

Gabriella Guidi Gambino vive e lavora a Roma. Ha pubblicato i romanzi Venuto da lontano (1979) e Ti scrivo per confessarti (1989), i racconti Ialina e altre storie (2000), le raccolte poetiche Terra nuova (1986), Segreti silenzi (1993), L'ombra dei giorni (2002) e Dov'è il tuo canto (2007), la ricerca antologica Parole e Segni (1998). Ha collaborato con quotidiani e riviste, tra cui la «Fiera letteraria», «la rivista del Cinematografo» «il Gazzettino» e «il Tempo», in rubriche di attualità culturale. Ha realizzato servizi televisivi con testi e regie per la Rai. Ha ricevuto il Premio «Città di Roma» (1986) per la narrativa inedita, il Premio «Cianciano» (1987) per la poesia opera prima e il Premio «Fregene» per la poesia (1993).

Paola Gelsomino è esperta in comunicazione interpersonale, comunicazione sociale, studiosa di comportamento umano sia singolo che applicato alle dinamiche di gruppo. Analista di fenomeni sociali. Life and Business Coach. Formatore senior in materie dove l'individuo è protagonista in sede lavorativa. Scrittrice di testi, relazioni, libri. Titolare di "Agenzia Progresso". Presidente dell'associazione "La Fondazione dell'Europa". Titolare della collana "I Personaggi", storie di imprenditori pubblicate dal gruppo Esige editori.

Cinzia Tani è autrice e conduttrice di programmi radiofonici e televisivi Rai, tra cui le rubriche gialle "Delitti d'amore" (2004), "Misteri e delitti" (2005), "Delitti" (2006), "Tutti i particolari di cronaca" (2009-2010), le rubriche letterarie "Libro e" e "Lezioni di scrittura" (2011). Pubblica nel 2011 il suo ultimo libro "Io sono un'assassina. Storie di ragazze che uccidono", Mondadori. Insegna Scrittura alla LUISS di Roma. Ha ricevuto il Premio Scanno, il Premio Campiello, il Premio Presidenza del Consiglio, il Premio Orient-Express, il Premio Fenice-Europa, il Premio Maria Teresa di Lascia, il Premio Internazionale Federico II.

Guido Zaccagnini musicista e compositore, ha firmato le musiche del film "Roma, Paris, Barcelona" (Premio De Sica 1989); dei documentari "Ultimo minuto", "Geo e Geo", "Il decalogo dei Taliban"; di sceneggiati radiofonici e fiction. Come critico musicale ha collaborato con quotidiani, settimanali e riviste specializzate. Ha partecipato a spettacoli teatrali e televisivi e da anni conduce programmi musicali per Radio Tre. Insegna storia della Musica al Conservatorio "F. Morlacchi" di Perugia e all'Università "Roma Tre".

articolo pubblicato il: 22/08/2011

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it