torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

medicina
un disturbo psicosomatico

una cura farmacologica per il vaginismo


Migliaia di donne potrebbero soffrire di un disturbo che, per l'enorme carica emotiva che produce, sovente non è diagnosticato né curato. Si tratta del vaginismo, l'incapacità delle donne di realizzare l'atto sessuale e di essere penetrate, un disturbo provocato dalla contrazione o spasmo involontario dei muscoli della vagina. Gli esperti credono che il vaginismo sia una malattia psicologica che si manifesta con questa risposta fisica.

Nonostante che alcune donne che soffrono di vaginismo possano eccitarsi sessualmente e godere di un orgasmo, per qualche ragione la penetrazione della vagina risulta impossibile. Altre donne hanno poco interesse o desiderio sessuale e molti timori ed ansie sulla penetrazione. Ancora si conosce molto poco sulle cause, ma si sa che alcune donne vivono con il disturbo per tutta la vita adulta. In alcuni casi il vaginismo è il risultato di un trauma o di una relazione in particolare.

Qualsiasi sia la causa, il vaginismo può avere un effetto devastante sulla qualità della vita, perché coloro che soffrono di vaginismo non solo trovano molto difficile godere di una relazione sessuale, ma la difficoltà di essere penetrata rende difficile la decisione di crearsi una famiglia.

Nonostante gli esperti abbiano identificato varie cause, nessuna di queste è fisiologica. Il vaginismo potrebbe essere una risposta incosciente per evitare un dolore che ricorda un episodio doloroso del passato. Ma, in generale, le cause psicologiche più comuni possono essere divise in tre categorie: credenze personali sul sesso, esperienze traumatiche precedenti e problemi di coppia.

Alcune donne sono allevate nella credenza che una relazione sessuale sia qualcosa di cattivo e pericoloso, magari sono preda di potenti tabù sessuali che lasciano sentimenti di colpa o vergogna ogni volta che hanno qualche desiderio sessuale. Alcune donne crescono con l'idea che sia fisicamente impossibile la penetrazione.

Le esperienze traumatiche in qualsiasi tappa della vita, per esempio una violenza, un abuso o qualsiasi cosa che potrebbe essere associato alla sessualità o alla zona genitale possono condurre al vaginismo.

I problemi della coppia che possono causare ansia tra i due possono anche contribuire al vaginismo. L'importante è parlarne con il partner.

Il vaginismo è un disturbo che può essere superato con un aiuto adeguato. Il primo passo è consultare il medico di famiglia che, in caso di problemi psicologici, provvederà ad inviare la donna da uno psicoterapeuta, per superare il problema psicosomatico alla base del disturbo.

Quanto alla terapia farmacologica, recenti scoperte indicano nel botulino usato in cosmetica può avere effetti positivi. Si reputa che un'iniezione intervaginale di botulino, in piccole dosi, possa interrompere gli impulsi nervosi e la paralisi muscolare che provoca lo spasmo vaginale.

articolo pubblicato il: 07/04/2011

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it