torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Edgar Allan Poe Racconti"

al Teatro Stanze segrete di Roma


L' Associazione Culturale Novembre presenta

EDGAR ALLAN POE "RACCONTI" Tratto dai racconti di Edgar Allan Poe
Dal 23 novembre al 5 dicembre

Teatro Stanze Segrete
con Diego Migeni Sebastiano Gavasso Sofia Vigliar
Regia Andrea Teodori
Disegno luci Giovanna Bellini Scenografia Giada Tosto Aiuto regia Eleonora Cucciarelli Fotografo di scena Cristiano Minichiello Musiche ed effetti Marco Fieni e Filippo D'Ottavio Artwork Luca Valerio D'Amico

Nell'intimità del Teatro Stanze Segrete va in scena dal 23 novembre al 5 dicembre "Racconti", tratto dalle più belle e oscure storie di Edgar Allan Poe ("Il cuore rivelatore", "Il gatto nero" e "Il genio della perversione"). A proporlo, con la regia di Andrea Teodori, l'Ass. cult. "Novembre", reduce dai successi ottenuti con "Lo strano caso del Dott. Jekyll e del Sig Hyde" portato in scena a Settembre: ed è proprio nella letteratura noir che la giovane Compagnia trova una delle sue migliori dimensioni artistiche. In questa trasposizione drammaturgica il tema dominante è l'omicidio, che accomuna i tre protagonisti dei tre racconti proposti: i tre carnefici si abbandonano alle loro confessioni e a riflessioni sulla vita, poco prima di entrare del braccio della morte. "Mi hanno chiamato folle; ma non è ancora chiaro se la follia sia o meno il grado più elevato dell'intelletto, se la maggior parte di ciò che è glorioso, se tutto ciò che è profondo non nasca da una malattia della mente, da stati di esaltazione della mente a spese dell'intelletto in generale". Questo passaggio, tratto da uno dei suoi migliori racconti, sintetizza perfettamente la linea generale che il pensiero di Poe percorre. Questo grande scrittore riesce magnificamente ad analizzare quei lati della mente, che fino ad allora, l'intera letteratura aveva frequentato mal volentieri. E lo fa in maniera sontuosa. Lo spettacolo ripercorre, attraverso la scelta di alcuni dei suoi principali lavori ("Il cuore rivelatore", "Il gatto nero" e "Il genio della perversione"), le atmosfere tanto care a Poe, legando in un unico contesto, le vite, così spaventosamente semplici, dei protagonisti dei racconti stessi. NOTE DI REGIA Tutti e tre i racconti scelti hanno un protagonista che si è macchiato di un reato orribile: l'omicidio. Al di là dell'azione altamente deplorevole, è la modalità dell'atto che spaventa. Oltre ad essere carnefici sono anche vittime, vittime del "genio della perversione", che in maniera subdola lavora nell' anima portandoti a fare ciò che non vorresti. Nel loro caso è la confessione dell'omicidio. La conseguenza di questa volontà indotta, è il braccio della morte, dove i tre assassini in attesa di essere giustiziati hanno la possibilità di raccontare le loro storie, le loro vite, ma soprattutto il perché delle loro terribili azioni. Andrea Teodori

TEATRO STANZE SEGRETE Via della Penitenza, 3 (Trastevere) tel. 06.6872690 / 3889246033 Info: www.stanzesegrete.it Botteghino dalle 18.30 alle 21.00

DATE E ORARI Dal 23 novembre al 5 dicembre 2010 Tutti i giorni alle ore 21,00 - domenica ore 19,00

COSTO DEI BIGLIETTI Intero: 13 € Ridotto: 10 € Al costo del biglietto si aggiungono 3 € di tessera associativa al teatro, ove prevista

articolo pubblicato il: 23/11/2010

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it