torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

spettacolo
"Being/stati"

al Teatro Italia di Macerata


Mercoledì 9 giugno il Teatro Italia di Macerata ospita Studio per Being/stati, uno spettacolo di Maurizio Rinaldelli Uncinetti tra teatro, musica e danza proposto nell'ambito di Ricerche in corso (erede della rassegna Altri percorsi), nuovo contenitore per promuovere le attività dello spettacolo dal vivo (teatro e danza) nelle sfaccettature più rappresentative della sensibilità contemporanea, promosso dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Macerata e dall'AMAT in collaborazione con la Regione Marche e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Tre donne in scena, a rappresentare tre figure che compongono un unico ideale personaggio femminile. Frida Khalo con le sue visioni, S. Teresa D'Avila con le sue estasi, Simone De Beauvoir con le sue parole, sono le tre guide che illuminano il percorso. Being/stati è uno spettacolo che parla della spiritualità femminile, alla ricerca del femminino che è in ciascuno di noi. Concetti profondamente femminili come essere e stare contrapposti ad un imperativo ad andare ed avere tipicamente maschili; sentimenti contrapposti all'azione; il generare rispetto al fare. Non esattamente generare figli, qui infatti le donne non sono madri, e quindi legittimate attraverso la propria specie; ma partorire idee, in perfetta libertà e assoluta autonomia dal proprio ruolo e dalla storia. being/stati completa una trilogia sulla ricerca dell'identità, partita dal corpo e dall'animalità umana con male être, passata attraverso le diversità culturali con transiti/transfer, che culmina ora nella spiritualità, in un ricomposizione del conflitto tra generi e culture. Un corto circuito tra l'energia e il pensiero femminili; attraversando teorie filosofiche, stereotipi religiosi, iconografia e immaginario pop.

Allievo alla Folkwang Hochschule di Pina Bausch in Essen, Germania e alla Limòn School di New York, Maurizio Rinaldelli Uncinetti si perfeziona all'ATER di Reggio Emilia. Passa al teatro di ricerca e continua la sua formazione con Leo de Berardinis, Marco Baliani e Cesare Ronconi. Lavora presso Teatro della Valdoca, Teatridithalia/Teatro dell'Elfo di Milano, Teatri di Vita a Bologna, Accademia Nazionale d'Arte Drammatica di Roma. Le sue ultime produzioni sono: BOXE; Male être, indagine sul maschile; Transiti/transfer sull'identità culturale e sull'incontro/scontro tra diversità. Il progetto e la regia dello spettacolo - che vede in scena Giosy Sampaolo, Francesca Rossi Brunori e Fulvia Nabissi - sono di Maurizio Rinaldelli Uncinetti. La musica di Gianluca Gentili, i video di Enza Scarangella e Massimo Riccetti, le scene di Frediano Brandetti e i costumi di Giuditta Chiaraluce.

Informazioni e biglietti (5 euro): Teatro Italia 0733 237472, biglietteria dei Teatri tel. 0733 230735 - 0733 233508. Inizio spettacolo ore 21.30.

articolo pubblicato il: 07/06/2010

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it