torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

attualità scientifica
semi capsule del tempo

sementi tropicali resistono a lungo prima di germinare


I semi di alcune specie di alberi nella selva tropicale di Panama possono sopravvivere per trenta anni prima di germogliare. Ciò è un tempo dieci volte maggiore di quanto i botanici reputavano.

Utilizzando uno strumento speciale per misurare la quantità di carbonio 14 nei semi degli alberi Croton billbergianus, Trema micrantha e Zanthoxylum ekmannii, lo scienziato Tom Brown del Laboratorio nazionale Lawrence Livermore ed il suo collega James Dalling dell'Università dell'Illinois hanno scoperto che i semi sopravvivono in terra rispettivamente per trentotto, trentuno e diciotto anni.

Studi anteriori su alberi di questa famiglia dimostravano invece che la persistenza dei semi, ossia la capacità di sopravvivere nel suolo aspettando condizioni favorevoli al germoglio era abbastanza breve, come massimo di pochi anni.

Ma nei boschi tropicali dell'isola di Barro Colorado, a Panama, Brown e Dalling hanno scoperto che i semi di alcuni di questi alberi rimangono vitali per molti anni. Questi semi, interrati a pochi centimetri sotto la superficie, possono sopravvivere per molto più tempo di quanto si credeva possibile.

Per incrementare la probabilità di trovare semi vecchi, Brown e Dalling hanno utilizzato dati su una parte di selva per localizzare luoghi occupati venti anni prima da specie che si supponeva fossero capaci di una lunga persistenza dei semi.

Il risultato è sorprendente. I modelli demografici suggeriscono che queste specie non beneficiavano di una lunga persistenza dei semi e gli scienziati dubitavano anche della capacità dei semi di queste specie di sopravvivere oltre un breve lasso di tempo. I semi che si disperdono sulla superficie o a poca profondità nel suolo divengono alimenti per insetti o si espongono agli agenti patogeni che proliferano nei suoli tropicali umidi.

I risultati dimostrano che i semi interrati possono costituire una riserva importante per la diversità genetica di alcune specie di alberi ed essere anche molto importanti per la conservazione di habitat frammentati come quelli in cui la dispersione dei semi avviene su zone vaste e distanze lunghe.

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it