torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
Cupini paparazzato allo stadio

con Gemma di Uomini e Donne


Ma che ci faceva un mental coach con una tronista di "Uomini e Donne"? Se lo sono chiesti in tanti dopo che Matteo Cupini, conosciutissimo mental coach a Carrara e in tutta la Toscana, è stato paparazzato nella tribuna dello stadio Melani di Pistoia in compagnia di Gemma Galgani, storica “femme fatale” della trasmissione di Maria De Filippi, invitata a vedere la partita degli arancioni dal responsabile marketing (anche lui protagonista in questa stagione del talent su Canale 5) Maurizio Laudicino.

Che sia l'inizio di una nuova era per la donna che ha fatto girare la testa a decine di uomini? In fondo, anche il corteggiamento è un'arte che ha bisogno di una strategia. Cupini, ricordiamolo, è l'autore di “Sempre in testa”, progetto mirato a costruire una mentalità vincente nei giovani atleti che sognano di trasformare una semplice passione in un'attività professionale. E allora perché non passare dalle promesse dello sport ai Vip dello spettacolo? Mai dire mai, anche se Matteo preferisce tirare il freno a mano.

“Conoscere Gemma – ha confessato – è stato fantastico, perché è una donna affascinante e intelligente che ha saputo guadagnarsi la scena ormai da anni a Uomini e Donne. Abbiamo parlato a lungo confrontandoci a fondo sul tema motivazionale e su cosa occorre per raggiungere il successo. Ma per adesso il mio obiettivo non cambia: intendo concentrarmi sui giovani, determinato a proseguire e migliorare un progetto che ha già portato ottimi risultati”. Già, perché in pochi mesi la scuderia di talenti che Matteo segue da vicino si è regalata grandi soddisfazioni.

“Mi piace citare quattro ragazzi stupendi: nel tennis Nicole, che ha vinto i campionati toscani di terza categoria più una tappa del super Slam, e Marco, che ha conquistato la final eight italiana con il circolo Pontedera. E nel calcio Lorenzo, che ha segnato il primo gol da difensore centrale già alla seconda giornata, e Giona che ha debuttato nella Juniores Nazionale. Sempre in testa funziona, ma il merito è sempre di chi va in campo oltre alla presenza di genitori intelligenti e maestri e allenatori in gamba. A questo proposito vorrei ringraziare particolarmente la L.A. Academy di Pontedera di Leonardo Azzaro che mi ha accolto in modo straordinario e mi permette di andare in campo due volte a settimana”.

Cupini non si ferma e cerca di aggiornare costantemente la sua formula vincente. “Non credo nella perfezione – conclude -, ma credo nel continuo miglioramento e qualche settimana fa ho arricchito Sempre in testa con la CQC (competenze qualità cuore), regole fondamentali per costruire un percorso vincente. In estrema sintesi: le competenze per andare contro il pressappochismo e a chi si improvvisa, la qualità perché lavorando sodo e non lasciando nulla al caso aiuta ad ottenere i risultati e infine il cuore perché fino ad un certo punto ci arrivi con le competenze, ma poi sono cuore e coraggio che ti permettono di alzare davvero l'asticella”.

articolo pubblicato il: 21/09/2023

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it