torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

teatro
"Biancaneve"

al Teatro Testoni Ragazzi di Bologna


Domenica 16 maggio alle 16.30 torna in scena lo spettacolo de La Baracca che rilegge la più classica delle fiabe, in un gioco di false partenze, cambiamento dei ruoli, e con la musica dei Queen al centro dello spettacolo.

Dopo la conclusione del festival internazionale dedicato alla prima infanzia “Visioni di futuro, visioni di teatro…” prosegue la programmazione per bambine e bambini al Teatro Testoni Ragazzi di Bologna. Domenica 16 maggio alle 16.30 torna sul palco “Biancaneve”, un classico della fiaba rivisto dalla vulcanica, iconoclasta e stravagante rivisitazione di Bruno Cappagli e Fabio Galanti de La Baracca-Testoni Ragazzi.

Lo spettacolo, dedicato al pubblico tra i 6 e i 10 anni, ci porta in un teatro in cui la replica non comincia, perché gli attori sono bloccati nel traffico. Così il direttore del teatro ha un’idea: chiedere ai due tecnici di palco che montano lo spettacolo di recitare, “tanto è una storia che tutti conoscono”. I malcapitati si ritrovano così sul palcoscenico, fuori dalle quinte, a dover interpretare la fiaba, lontani dalla familiarità delle loro consolle e costretti a doversi improvvisare attori. Con l’aiuto del loro collega in regia, e nonostante le prime reticenze, i due scopriranno il piacere di vivere l’immaginario del racconto in prima persona: indosseranno i panni dei vari personaggi della storia, in una divertente e inaspettata rivisitazione del racconto. Un crescendo di trovate, macchine del fumo, americane in movimento e luci strobo che viene sostenuto da quella che per loro è la vera colonna sonora dello spettacolo: il “Greatest Hits” dei Queen ascoltato durante ogni montaggio e smontaggio di palco.

Uno spettacolo ironico sulla trasformazione dei ruoli e degli oggetti in scena, sull’invisibile che si rivela, sulla vanità messa in discussione e il candore che vince sempre, che ricalca la metamorfosi vissuta dalla protagonista nel suo viaggio iniziatico. Una scanzonata variazione teatrale di un classico che vive oltre ogni tempo.

Domenica 16 maggio, ore 16.30 presso Teatro Testoni Ragazzi (via Matteotti 16, Bologna) <
Biancaneve
Spettacolo per bambine e bambini da 6 a 10 anni de La Baracca – Testoni Ragazzi con Andrea Aristidi, Bruno Cappagli e Fabio Galanti, regia di Bruno Cappagli

Biglietti acquistabili solo online all'indirizzo http://bit.ly/TestoniRagazzi-TicketOnline. Intero: 8 €; Ridotto per bambini fino ai 14 anni e convenzioni: 7 €. Per partecipare agli spettacoli è necessario indossare una mascherina chirurgica (non di stoffa) per tutto il tempo di permanenza a teatro, dai 6 anni in su. La realizzazione, le modalità di accesso e di svolgimento dello spettacolo sono realizzate seguendo tutte le disposizioni di prevenzione e sicurezza indicate dall'ultimo DL, a tutela della salute del pubblico e del personale del teatro: qui maggiori informazioni.

Cosa succederebbe se una compagnia teatrale non riuscisse ad arrivare in tempo a teatro per fare lo spettacolo? Sarebbe un vero problema spiegarlo al pubblico… Ma il direttore del teatro potrebbe avere un’idea geniale: chiedere a qualcun altro di recitare, “tanto è Biancaneve, una storia che tutti conoscono”. Figuriamoci se possono non conoscerla i tecnici di palco che da anni montano le scene di questo spettacolo! Ed è così che due tecnici teatrali, abituati a stare dietro le quinte, si trovano costretti sul palcoscenico, fuori dalle quinte, a interpretare la fiaba classica e improvvisarsi attori. Nonostante le prime reticenze, con l’aiuto del loro collega in regia, i due scopriranno il piacere di vivere l’immaginario fantastico del racconto. Indosseranno i panni dei vari personaggi della storia, con una trasformazione dei ruoli e degli oggetti in scena, in una vulcanica e iconoclasta rivisitazione del racconto sostenuta dalla musica dei Queen. Una metamorfosi di liberazione e disvelamento, come quella che vive la protagonista della fiaba nel suo viaggio iniziatico… e come quella dell’individuo durante la crescita.

articolo pubblicato il: 13/05/2021

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it