torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

libri
"Riscoprendo mia madre"

Caterina Edwards

di Gordiano Lupi

"Per anni ho avuto paura di diventare mia madre."
E' l'incipit coinvolgente del romanzo autobiografico di Caterina Edwards, scrittrice italo- canadese che in "Riscoprendo mia madre" ricostruisce e ripercorre la vita della madre Rosa e quella della comunità istriana dell'isola di Lussino di cui è originaria la sua famiglia. Così la storia privata di una famiglia emigrata prima a Venezia, poi in Inghilterra e infine in Canada, si intreccia con quella di un popolo dimenticato, costretto all'esilio. E' questo il senso di questa corposa auto-fiction tradotta da Sabrina Rega, e pubblicata per la prima volta in Italia dalla piccola e prestigiosa casa editrice indipendente Les Flaneurs Edizioni che evoca nel nome una nota figura di intellettuale del primo novecento e si definisce orgogliosamente contraria all'editoria a pagamento.

La Edwards vive in Canada con il marito e le due figlie senza mai integrarsi,. Per tutta la vita questa donna poco espansiva e chiusa si è rifiutata di imparare altre lingue, legata caparbiamente all'italiano, la sua lingua di nascita, o meglio al dialetto istriano dell'isola di Lussino, in quella che oggi è la Croazia ma che un tempo era un territorio italiano, nel quale convivevano pacificamente tante culture diverse. Un luogo bellissimo, circondato dalle acque azzurre del mediterraneo, che Rosa è stata costretta a lasciare durante la seconda guerra mondiale come tanti suoi compaesani, che hanno messo radici in tutto il mondo, con il rimpianto doloroso di uno strappo e il ricordo di una ferita che non si è mai rimarginata. Quando la madre si ammala di Alzheimer e comincia a chiudersi ancora di più nel suo mondo, Caterina scopre dentro di sé l'urgenza di cercare le proprie radici e intraprende un viaggio sia concreto che metaforico alla ricerca del passato di Rosa, che poi è anche il suo. Un percorso che la porterà alla fine a riscoprire sua madre e a restituire dignità alle sue origini.

Caterina Edwards, che in Canada è una scrittrice nota, oltre che docente universitaria, nelle sue opere ha sempre valorizzato le varie culture che l'hanno formata e hanno determinato anche la scelta delle tematiche da affrontare, come l’immigrazione, il rapporto tra l’individuo e le influenze culturali contrastanti, il ricordo privato e la storia pubblica. Ha pubblicato sei libri, tra cui due romanzi, raccolte di novelle, saggi e un’opera teatrale e ha ricevuto numerosi premi letterari. Questa è la sua opera più intima, nella quale racconta anche il rapporto di amore-odio che da sempre l'ha legata a sua madre. Ma le sofferenze e le ingiustizie patite da una madre capace di accessi di collera improvvisi e ingiustificati, u che ha sempre criticato le sue scelte, prima tra tutte quella di diventare scrittrice, si frantumano di fronte al regredire di Rosa, che a causa della sua malattia, l'Alzheimer, dipende totalmente dalla figlia. L'accurata indagine intrapresa da una figlia alla ricerca del passato porterà Caterina non solo alle radici della sua famiglia, ma anche alla riscoperta di un popolo vessato al quale la guerra ha strappato l'orgoglio delle proprie origini. Un romanzo necessario, quello della Edwards , toccante e commuovente, ma anche rigoroso e illuminante su una pagina poco conosciuta della storia non solo italiana.
www.infol.it/lupi

Casa Editrice: Les Flâneurs Edizioni
Collana: Bohémien
Genere: Memoir
Pagine: 334
Prezzo: 18,00 €

Contatti
https://www.facebook.com/CaterinaEdwards/
https://www.lesflaneursedizioni.it/product/riscoprendo-mia-madre/

articolo pubblicato il: 13/05/2021

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it