torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cultura
ruit hora
di Carla Santini

"Ruit hora". Si tratta di un motto latino ancora molto in uso nel secolo appena trascorso. Lo si trova scritto in quelle abitazioni d'inizio secolo, quando si usava scolpire sulla facciata degli edifici l'anno di costruzione e, appunto, un proverbio latino. Corrisponde al "la vita č un lampo", proverbio popolare italiano, e ad una filastrocca napoletana sulla fugacitā delle gioie del sesso.
Il tempo che scorre inesorabilmente s'incontra anche nelle Georgiche di Virgilio, dove (III, 284) č scritto: "Fugit irreparabile tempus".
Meno paradigmatica, ma non per questo meno disperata, č l'affermazione di Orazio "Eheu! fugaces...labuntur anni" (Odi,II, 14, 1). Seppure in forme e modi diversi, sempre forte č stata sentita la caducitā delle cose umane. Nella incoronazione dei Papi, conclusasi nell'antica ritualitā con quella di Paolo VI, nel mezzo della pompa dei Cardinali, degli Assistenti al Soglio, delle Guardie Nobili, un umile frate mostrava per tre volte al Pontefice una candela accesa, mentre il fuoco la consumava, esclamando ogni volta: "Sic transit gloria mundi".

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it