torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

spettacolo
"Il flauto magico"

al Teatro Battelli di Macerata Feltria


Sabato 6 aprile ultimo appuntamento al Teatro Battelli di Macerata Feltria con Teatri d’Autore, stagione di prosa nei teatri storici della provincia di Pesaro e Urbino, organizzata da AMAT, con il sostegno della Regione Marche e dei Comuni della Rete. In scena nell’ambito del progetto A tempo d’opera. Il gusto del melodramma La storia del flauto magico di Mozart, concerto per strumenti, canto e voci recitanti di International Opera Studio.

Ultima composizione teatrale di Mozart Il flauto magico (K 620) (titolo originale Die Zauberflöte) è un singspiel in due atti musicata da Wolfgang Amadeus Mozart, su libretto di Emanuel Schikaneder (con il contributo di Karl Ludwig Giesecke). La prima rappresentazione avvenne al Theater auf der Wieden (Vienna) il 30 settembre 1791. La trama vede la Regina della Notte (Astrifiammante) incaricare il giovane principe Tamino di liberare sua figlia Pamina, rapita dal malvagio Sarastro. Solo che, durante l’impresa, Tamino scopre che il Bene e il Male sono invertiti rispetto a quanto la Regina gli aveva fatto credere. L’opera ambientata nell’antico Egitto, metaforicamente può essere letta come un cammino di iniziazione dalle tenebre verso la luce, dalla superstizione verso la sapienza. Illuminismo e favola didattica sembrano essere alla base di tutto il lavoro. D’altronde, Il flauto magico è da molti anni l’opera di Mozart più rappresentata al mondo.

International Opera Studio ripropone il capolavoro del genio salisburghese in forma scenica, in un solo atto, come concerto per strumenti, canto e voci recitanti. Il progetto A tempo d’opera. Il gusto del melodramma è nato con l’intento di riportare il melodramma nei Teatri Storici della provincia di Pesaro e Urbino: ovvero, i luoghi in cui questo genere musicale è nato a cavallo tra XVIII e XIX secolo. Come ai tempi in cui furono costruiti questi straordinari gioielli architettonici, il pubblico sarà invitato a degustare sia l’essenza delle più belle e affascinanti opere del repertorio melodrammatico, sia i sapori della cucina locale in una cena allestita nel foyer del Teatro. A tempo d’opera, appunto.

Gli interpreti in scena sono: Alejandro Pizarro Enriquies, Cristobal Campos, Javiera Saavedra, Yuki Kimura, Sergey Barseghyan, Ian Cherlyanzev, con partecipazione di Quartetto IOSP: Mari Batilashvili piano, Marco Bartolini violino, Ladislao Vieni viola, Vladimir Zubitsky violoncello, direttore M° Salvatore Francavilla. Le voci recitanti sono di Arianna Ninchi e Nicola Nicchi, le luci di Luca Marzi, la messa in scena di Inga Balabanova, International Opera Studio Pesaro, introduce Maria Chiara Mazzi.

Dalle 20.15 è possibile degustare nel foyer del teatro, un buffet di stagione con prodotti tipici del territorio a cura della Pro Loco di Macerata Feltria al costo di 5 euro. È possibile raggiungere Macerata Feltria (e partecipare al buffet delle 20.15 e allo spettacolo delle 21.15) prenotando un posto in bus (gratuito) al n. 0721 3592515 o 366 6305500 (tutti i giorni dalle 10.00 alle 13.00). Info: 0721 3592515, 366 6305500 www.amatmarche.net reteteatripu@amat.marche.it.

articolo pubblicato il: 03/04/2019

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it