torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

cronache
ricordo del Maestro Salviucci

all'Auditorium Parco della Musica di Roma


Lunedì 8 ottobre l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia dedica una intera giornata alla memoria di Giovanni Salviucci, compositore della scuola di Alfredo Casella e Ottorino Respighi prematuramente scomparso a soli 29 anni all’inizio del secolo scorso, considerato uno dei giovani di grande talento insieme a Petrassi e Dalla Piccola, del quale era più giovane di pochi anni. Una carriera fulminea, che in poco più di un decennio di attività ha lasciato musica sinfonica e da camera e una storia che si intreccia con quella dell’Italia prebellica.

Nel corso della giornata di studi a lui dedicata (Auditorium Parco della Musica, Spazio Risonanze a partire dalle ore 10.30, ingresso libero), Giovanni Salviucci verrà ricordato, tra gli altri, dalla figlia Giovanna Marini, compositrice e cantautrice nota in tutto il mondo per il suo percorso artistico articolato e politicamente impegnato. La giornata si concluderà con l’esecuzione di alcuni brani di Salviucci affidata all’ Überblettl Ensemble diretto da Pierpaolo Maurizzi (Auditorium Parco della Musica, Teatro Studio Borgna ore 20.30).

Überblettl Ensemble. La compagine nasce dalla collaborazione con Peter Stein per la messa in scena del Pierrot Lunaire di Schönberg. Dopo il debutto nell’ambito del Festival di Palermo sul Novecento, al Teatro Massimo, l’Ensemble è stato invitato a numerose manifestazioni in Italia e all’estero fra cui Wiener Festwochen, Ravenna Festival, Festival Michelangeli di Brescia e Bergamo, Bologna Festival, Festival Monteverdi di Cremona, Festival delle Nazioni di Città di Castello, Ruhrfestspiele di Recklinghausen, Festival PO.N.T.I. di Oporto, Festwochen di Gmunden, Festival Cervantino di Guanajuato, Festival International de Galicia di Santiago de Compostela, ecc. Unanime il plauso della critica che gli riconosce lievità di suono, eleganza e maturità stilistica. Con grande versatilità il repertorio spazia dal classicismo viennese alla musica contemporanea, con una particolare attenzione per il repertorio del ‘900 “storico”. Autori particolarmente frequentati sono B. Bartók, A. Berg, L. Berio, J. Brahms, P. Hindemith, O. Messiaen, W.A. Mozart, S. Prokof’ev, M. Ravel, A. Schönberg, F. Schreker, F. Schubert, D. Šostakovič. L’organico varia dal tradizionale Trio con pianoforte, al Quartetto d’archi fino all’orchestra da camera. Il complesso vanta la presenza di musicisti affermati che affiancano giovani talenti. La direzione artistica e musicale è affidata dalla sua fondazione a Pierpaolo Maurizzi.

articolo pubblicato il: 05/10/2018

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it