torna a "LaFolla.it" torna alla home page dell'archivio contattaci
cerca nell'archivio




ricerca avanzata


Google



contattaci

ingrandisci o rimpicciolisci il carattere del testo

attualità scientifica
per truffare i batteri

Scienziati americani stanno cercando di formare una nuova generazione di ritrovati in grado di combattere infezioni mortali.I batteri sono, infatti, generalmente pronti a rispondere ad attacchi poco incisivi. Anzi, attualmente, sono diventati resistenti agli antibiotici.

I ricercatori dell'Università del Wisconsis Madison sono sicuri di aver individuato batteri in grado di frenare la proliferazione dei batteri. Gli antibiotici oggi utilizzati puntano direttamente alla distruzione dei batteri, i ricercatori intendono studiare i meccanismi di comunicazione tra i microrganismi. Hanno disegnato un elenco di composti in grado di bloccare i segnali chimici che i batteri inviano per la loro proliferazione. Impedire la trasmissione di questi segnali è l'obiettivo della ricerca. Il primo effetto di questo segnale è la formazione di biopellicole, che, di fatto, impediscono alle medicine di agire. E' proprio questa resistenza a dover essere annullata.

Se il sistema immunologico dell'uomo stesso potrà agire, grazie ai vaccini precedentemente iniettati, non sarà più necessario ricorrere all'aiuto esterno degli antibiotici.

I ricercatori affermano di aver per ora identificato composti capaci di bloccare la biopellicula della pseudomonas aeruginosa. Questo batterio può vivere in un individuo sano senza danneggiarlo, ma può infettare e causare la morte di individui colpiti da fibrosi cistica, AIDS e gravi ustioni. Hanno altresì individuato composti in grado di agire sull'eschirichia coli che provoca gravi infezioni intestinali.

L'entusiasmo dei ricercatori è alto e la ricerca continua nella speranza di trasferire i risultati sugli esseri umani.

Commenta Manda quest'articolo ad un amico Versione
stampabile
Torna a LaFolla.it